Quantcast

Calcio: gli azzurri di Rocca battono Malta sul campo jesino

2' di lettura 30/11/-0001 -
Jesi dice bene agli azzurrini di Rocca che grazie ad un primo tempo dominato, staccano il biglietto per la fase successiva delle qualificazione agli Europei di Praga 2008.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


ITALIA: Fiorillo, Gentili, Marrone, Raggio Garibaldi (1’st Mazzarani), Bruscagin, Tagliani, Daramian, Eusepi (1’st Paloschi), Morbidelli, Poli, Okaka (28’st Viola). Ct: Rocca.

MALTA: Vella, Fleri, Farrugia, Bonnici, Xerri, Muscat (41’st Borg), Busuttil, Skerri, Pulo (22’st Ciantar), Galea, Gatt. Ct: Schembri.

Arbitro: Neves Moreira De Sousa (Portogallo).

Reti: 16’pt Morbidelli, 27’pt Okaka (rig.).

Note: ammoniti Vella, Fleri, Skerri; angoli 5-0 per l’Italia; spettatori 800 circa.

Il match di giovedì contro la Croazia, anche lei qualificata grazie alla vittoria per 2-1 contro il Montenegro, servirà solo per dire chi è la prima della classe. E visto che si gioca in casa, Rocca vuole chiudere a punteggio pieno. Anche per questo l’Italia, assicurato il doppio vantaggio, nella ripresa si limita ad amministrare il punteggio. Rocca cambia un po’ le pedine anche per dare il giusto turnover ai suoi. Fuori Brighenti e Legittimo in difesa. Al loro posto Gentili e Marrone. Fuori Viola e Palumbo. Poli e Morbidelli dal primo minuto. Ed è proprio su questo asse che nasce il primo gol azzurro.

E’ il 16’: il doriano arriva sul fondo dalla destra e lascia partire un cross. Morbidelli appostato sul secondo palo infila di testa. Il gol fa bene alla squadra di casa che chiude gli avversari nella loro metà campo alla ricerca del secondo gol. Raddoppio che arriva al 27’: Okaka lanciato a rete si trova a tu per tu con Vella. Il portiere lo stende in area e per l’arbitro è rigore. Lo stesso Okaka dagli undici metri non perdona. Prima del fischio del riposo c’è anche tempo per assistere ad una nuova incursione di Morbidelli che al 33’ prova la botta. Vella stavolta riesce a deviare sulla traversa. Nella ripresa poco o niente da segnalare. Malta ha nel solo Busuttil qualche buon numero.

Per il resto poca cosa. Il primo arrivo maltese arriva al 15’ della ripresa con Pulo ma Fiorillo è attento a distendersi sulla sua sinistra. L’ultimo sussulto è del 32’ col solito Morbidelli che raccoglie un cross al volo e tenta la botta di destro dal centro dell’area di rigore. La palla sfila d’un soffio e detto questo, ci si può accontentare.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 novembre 2007 - 1092 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV