Quantcast

C. M. Esino Frasassi: Giuliani, questo è un giorno triste per la montagna

2' di lettura 30/11/-0001 -
Oltre 120 esperti provenienti da tutta Italia a Fabriano per parlare del futuro del bosco dell’Appennino eppure l’apertura del convegno è dedicata inevitabilmente alla strettissima cronaca.

da C. M. Esino-Frasassi


L’approvazione prevista in serata della legge finanziaria, sancirà l’abolizione, almeno per il Senato, delle Comunità Montane. “Confido in un sussulto d’orgoglio da parte della Camera dei Deputati – ha detto Fabrizio Giuliani, presidente della Comunità Montana Esino Frasassi – che riveda il testo e specifichi magari,come da noi suggerito, che lo Stato assegni alle regioni la competenza di deliberare su questa materia”.

Con la soppressione della Comunità Montana verrebbero meno una serie di servizi alle popolazioni dei comuni montani ed anche il Parco Gola Rossa e di Frasassi andrebbe incontro ad alcuni cambiamenti.

“La Regione Marche in base alla propria legge regionale dovrebbe istituire un ente Parco facendo sostenere alla finanza pubblica gli stessi costi che sostiene ora, ma dando meno servizi, quindi siamo al paradosso e da qui l’amarezza”.

La tre giorni di studi dal titolo "Il bosco dell'Appennino. Storia, vegetazione, ecologia, economia e conservazione del bosco appenninico" presso il Teatro ‘Gentile da Fabriano’, si è aperta poi con i saluti e le riflessioni di Marcello Mariani, assessore all’Ambiente della provincia di Ancona in particolare sul tema degli incendi, e con alcune importanti riflessioni coordinate dal prof. Edoardo Biondi, docente di botanica all’Università Politecnica delle Marche, con lo scopo di verificare cosa si debba fare per programmare e gestire il bosco appenninico.

E' la riproposizione del tema di un altro convegno, tenutosi a Fabriano oltre 20 anni fa e che vuole approfondire cosa è accaduto nel frattempo, come si deve operare nella gestione del bosco dell'Appennino per affrontare le nuove condizioni economiche e sociali, qual è il reale valore della risorsa forestale e delle aree naturali nel contesto delle aree protette e al di fuori di queste in base ai concetti di sviluppo sostenibile richiamati nei summit internazionali sullo stato dell'ambiente e nelle direttive comunitarie.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 novembre 2007 - 1014 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV