Quantcast

Concerto a San Giovanni Battista per la festa di Santa Cecilia

2' di lettura 30/11/-0001 -
Per l’Associazione musicale “Regina della Pace” la ricorrenza di Santa Cecilia, Patrona della musica (22 novembre) costituisce, ancora una volta, l’occasione per promuovere una iniziativa culturale e, al tempo stesso, rappresenta una interessante opportunità di scambio che potrebbe avere ulteriori risvolti.

da Regina di Pace
associazione musicale


Nella serata di sabato, infatti, l’Associazione jesina ospiterà una corale proveniente da Lucera, la cittadina pugliese che all’interno del suo castello angioino conserva i ruderi del palazzo che fu di Federico II.

Non è un caso che i responsabili del Coro jesino abbiano stretto rapporti con un gruppo di canto che opera in una città federiciana, bensì una precisa scelta che fa seguito ad analoghe iniziative; né è un caso se la formazione lucerana arriverà a Jesi accompagnata dall’assessore alla Pubblica Istruzione, Mario Monaco, che al termine del concerto, fissato per le ore 21,15 nella chiesa di S. Giovanni Battista, si incontrerà con l’assessore jesino, Bruna Aguzzi.

Il soggiorno del gruppo di Lucera si concluderà domenica, nella chiesa Regina della Pace, dove i cantori saranno impegnati nell’animazione della liturgia domenicale. In entrambe le situazioni, vale a dire il Concerto e la Messa, saranno impegnati anche i cantori locali.

L’iniziativa musicale è stata resa possibile grazie al contributo di banca Marche, l’istituto di credito sempre vicino alle realtà culturali e amatoriali del territorio.

Il coro jesino, diretto dal M° Diego Pucci, aprirà il concerto con l’esecuzione di due brani: uno di Bach (il corale dalla cantata BMW 147), l’altro tratto dall’Oratorio “Il Messia” di Haendel. Il coro di Lucera, intitolato a “Santa Cecilia – Don E. di Giovine”, proporrà un programma incentrato sia sulla polifonia sacra e profana, così come su brani classici eseguiti coralmente o con il supporto di solisti.

Nel corso della breve permanenza in terra jesina il coro di Lucera sarà ricevuto della Fondazione Federico II Hohenstaufen, una cui responsabile lo accompagnerà in visita nel cuore del città e sul monumento che ricorda l’Imperatore.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 novembre 2007 - 1112 letture

In questo articolo si parla di