Quantcast

Maiolati: un Campus scolastico nei programmi delle opere pubbliche

3' di lettura 30/11/-0001 -
Un Campus scolastico da 13 milioni e 600 mila euro fra gli investimenti previsti nel programma delle opere pubbliche del prossimo triennio.

dal Comune di Maiolati Spontini
www.comune.maiolatispontini.an.it


Una struttura che guarda al futuro e alle nuove generazioni. Un’opera per cui l’amministrazione comunale investirà oltre 13 milioni e mezzo di euro. E’ il progetto del Campus scolastico: l’intervento più importante previsto nel piano degli investimenti per il triennio 2008-2010, che la giunta comunale ha già pubblicato. Obiettivo dell’esecutivo, infatti, è arrivare all’approvazione del bilancio di previsione entro la fine dell’anno.

“Gli investimenti previsti per il 2008 - spiegano il sindaco Giancarlo Carbini e l’assessore ai Lavori pubblici Umberto Domizioli - si concentrano soprattutto sulla realizzazione del primo stralcio del nuovo Campus scolastico per un importo di 4 milioni e 610 mila euro. Il progetto sarà completato in quattro stralci, uno per ogni anno, per un importo complessivo di 13 milioni e 610 mila euro. La nuova struttura scolastica è stata dimensionata per una popolazione di 8 mila abitanti, così come previsto dal Prg, contro gli attuali 6 mila. Sorgerà a nord di Moie, in via Venezia, di fronte alla scuola materna e all’asilo nido. Oltre alle aule didattiche, le sale insegnanti, le aule speciali e per i piccoli gruppi, che si sviluppano in due settori separati, sono previsti l’auditorium, spazi polifunzionali e ludico-ricreativi, la biblioteca, la palestra e la mensa”.

Il progetto è innovativo e si basa su un “dialogo tra il paesaggio, naturale e artificiale, e il nuovo complesso scolastico. Integra il tessuto edilizio con il pendio naturale e la conformazione tipologica del paesaggio agrario circostante e si raccorda con il percorso naturalistico che si collega con il parco della fornace. Il nuovo Campus rappresenterà un esempio di edilizia ad elevata efficienza energetica, basso impatto ambientale, facilità di gestione ed utilizzo di risorse naturali gratuite”. L’alimentazione della scuola, infatti, sarà di tipo misto: da rete elettrica nazionale e fotovoltaica. Giardini verdi sopra la copertura garantiranno isolamento termico per il periodo invernale ed estivo. Insomma, un’opera all’insegna dell’edilizia bioecologica e della sostenibilità ambientale.

“E’ un progetto molto impegnativo - continuano sindaco e assessore - che sicuramente condiziona il piano degli investimenti dei prossimi anni, giustificato però dalla carenza di spazi nelle attuali strutture, dal crescere della popolazione scolastica e dalla necessità di rilevanti impegni economici altrimenti necessari per adeguare secondo le normative sismiche gli attuali complessi scolastici”.

Fra gli altri interventi previsti nel piano delle opere pubbliche, la messa in sicurezza e il completo recupero del complesso denominato “La casa delle fanciulle” che sorge nel capoluogo collinare. L’intervento, per un importo di 1 milione e 210 mila euro, sarà realizzato in collaborazione con le Opere Pie Spontini e usufruirà del cofinanziamento della Regione Marche per 320 mila euro. Saranno ricavati quattro appartamenti e dei locali da destinare ad uso pubblico. Altri importanti investimenti per il 2008 riguardano il recupero e la riqualificazione della zona storica di Moie, il rione “le Casette”, che completa la riqualificazione dell’intera area e fa seguito ai lavori già realizzati in via Risorgimento, in piazza del Mercato e via Trieste e a quelli previsti in piazza Santa Maria.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 novembre 2007 - 1127 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV