Quantcast

Sadam: anche la Fita Cna contro la chiusura

1' di lettura 30/11/-0001 -
Rimane molto forte la preoccupazione della Cna di Ancona e degli autotrasportatori in merito alla vicenda della chiusura dello stabilimento della Sadam di Jesi.

da Cna Fita


"Riteniamo inaccettabile ed ingiustificabile la posizione assunta dalla proprietà – Interviene Alessandro Molitari resp. Prov. Fita Cna - che contravviene tutti gli accordi precedentemente sottoscritti.

Una posizione assolutamente contraria al buon senso che ci porta a ritenere che non si possa decidere a metà Gennaio la non esecuzione della campagna 2008 quando le imprese agricole, quelle di trasporto e tutto il resto della filiera hanno già da tempo programmato la loro attività ed i loro bilanci preventivi. Una logica speculativa che penalizza in particolare i soggetti più deboli della filiera produttiva e con questi il territorio nel suo complesso. Bene ha fatto il sindaco Belcecchi nel prendere posizione in maniera netta rispetto alle eventuali ricadute dovute alla chiusura degli impianti".

Quello che auspica la Cna è che si possa trovare una soluzione che non sia un palliativo solo per la campagna 2008 ma che riesca ad individuare una strategia di medio periodo che dia garanzia alle imprese di trasporto agli agricoltori, a tutti gli operatori dell’indotto e che salvaguardi i livelli occupazionali in una logica di solidarietà e compartecipazione che da sempre hanno fatto la forza del sistema sociale ed economico del nostro territorio





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 gennaio 2008 - 853 letture

In questo articolo si parla di





logoEV