Quantcast

La Circoscrizione presenta un'interrogazione sull'ascensore di via Castefidardo

2' di lettura 30/11/-0001 -
Che cosa sta succedendo a quello che doveva diventare un impianto di risalita tra via Castelfidardo e via Mazzini, il cosiddetto ascensore del Torrione? E come mai i lavori sono fermi da più di un anno?
E’ ciò che è stata posta come interrogazione al Comune tramite il Presidente della Prima Circoscrizione l’arch. Sergio Marinelli sia in qualità di consigliere di Forza Italia della Prima Circoscrizione che come Presidente della Commissione Urbanistica che opera all’interno della Circoscrizione.

da Roberto Vecci
Presidente della Circoscrizione Centro


I lavori, che dovrebbero collegare Via Castelfidardo e il retro del teatro Pergolesi in modo da giungere nella piazza principale della città tramite un ascensore, sono cominciati nel 2004, recando notevoli disagi agli abitanti della zona, costretti a sopportare rumori e frequenti interruzioni di traffico ora stanno assistendo ad un’inspiegabile stop che si protrae ormai da parecchi mesi.

Ciò che è rimasto non è un bel vedere per nessuno residenti e passanti: a due passi da quello che dovrebbe essere considerato il salotto della città pare invece esserci un vero monumento all’incuria e al degrado.
Come mai, si chiede nell’interrogazione, il Comune non ha mai affisso un cartello, come per tutti cantieri che si rispettino, dove viene segnalato che tipo di lavori si stanno svolgendo, il progettista, il responsabile di cantiere, la ditta appaltante e la tempistica?

Come mai ora c’è una voragine a due passi dal Teatro? Rappresenta un pericolo per l’incolumità dei cittadini? A quanto si sa , i proprietari degli immobili vicini hanno presentato esposti e richieste di danni al Comune, segno che la situazione sta diventando insostenibile. Inoltre c’è da aggiungere che un cantiere interrotto a due passi dalla piazza principale della città non rappresenta un bel biglietto da visita per i turisti, oltre al fatto che non ci sono più i bagni pubblici in quanto tutto è stato demolito per far posto al futuro impianto di risalita.

In funzione di tutto ciò il Consiglio della Circoscrizione Centro ha discusso la pratica, anche alla presenza dell’Amministratore Delegato della Ditta che aveva in appalto i lavori del primo lotto, attualmente dichiarata fallita, e dopo attenta discussione ha fatto propria, all’unanimità, l’interrogazione, inviandola al Sindaco ed alla Giunta Comunale per i dovuti chiarimenti.

Leggi il testo dell'interrogazione.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 gennaio 2008 - 1201 letture

In questo articolo si parla di