Quantcast

La protesta contro la chiusura della Sadam invade il centro

2' di lettura 30/11/-0001 -
“Se la Sadam chiude il danno sarà per tutta la città”. Questo lo slogan lanciato dal grande corteo che è partito ieri pomeriggio dall’Arco Clementino lungo corso Matteotti per protestare contro la decisione della Sadam di chiudere i battenti ed usufruire degli incentivi europei. In testa uno striscione con l’azienda sorvolata da un avvoltoio. Eloquente.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


E’ stata una grande prova di coesione quella di ieri a Jesi. Insieme agli operai dello zuccherificio, alle associazioni di categoria dei coltivatori e dei trasporti, tutti i livelli della politica e del sindacalismo, anche tantissimi cittadini in difesa di quello che è uno dei simboli dell’industria jesina. Non solo. In solidarietà c’erano anche i dipendenti della New Holland, della Pieralisi.

In mezzo al corteo anche il sindaco Fabiano Belcecchi, con la sua giunta e i colleghi di Monsano e Monte San Vito. Certo è che il primo cittadino jesino, in un panorama politico locale fatto di mezze parole, di “vedremo” e “faremo”, di dichiarazioni indignate ma poco incisive, fin qui è stato fermo e duro nella sua posizione. O resta aperto lo zuccherificio oppure chiude anche la Turbogas. Lo ha detto dall’inizio. Lo ha ripetuto ieri. “Questa settimana – ha detto Belcecchi – comunicherò ufficialmente a Sadam, Jesi Energia e Edison il non rispetto della convenzione e predisporrò gli atti amministrativi per il blocco della centrale per gli inizi di febbraio”.

Belcecchi vuole dimostrare che non sta scherzando. Oggi partirà alla volta di Roma per incontrare il ministro alle Attività Agricole Paolo De Castro. Con lui, i sindacati, le associazioni di categoria e tre pullman di operai che per oggi hanno proclamato altre 8 ore di sciopero. Mercoledì sarà il giorno per fare il punto sulla situazione. Con il 31 gennaio, data ultima per l’azienda per ritirare la richiesta di fondi per dismettere l’attività, che si avvicina ogni giorno di più.

La manifestazione di ieri si è conclusa con l'esibizione gratuita de La Gang in un palco improvvisato allestito in piazza della Repubblica.












Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 gennaio 2008 - 1626 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV