Quantcast

Palazzetto della Scherma: Santarelli blocca il presidente del consiglio

2' di lettura 30/11/-0001 -
In merito alla dichiarazione del Presidente del Consiglio Comunale, ritengo che, in primo luogo, per una maggiore condivisione delle scelte utile al migliore e organico lavoro della maggioranza, sarebbe utile evitare anticipate prese di posizione su argomenti che sono all’ordine del giorno del lavoro di programmazione, che anche il gruppo dell’Ulivo sta operando da qualche settimana in vista della discussione sul bilancio 2008.

da Pierluigi Santarelli
capogruppo Ulivo


Ognuno di noi può avere un opinione in merito, ma ci siamo dati un metodo di lavoro per cui sarà il gruppo nel suo insieme a decidere una posizione da portare al tavolo della maggioranza.

Detto questo, entrando nella questione, credo si debba partire da dati di fatto quali: il vero importo a carico del comune (e le cifre di cui parla l’assessore mi sembrano diverse da quelle che ho letto sul giornale); i tempi di realizzazione dell’iniziativa eventualmente dettati non solo dagli aspetti tecnici, ma anche dai vincoli o necessità poste dai partners co-finanziatori; le modalità con le quali l’ente intende finanziare l’acquisto.

Per quel che conosco dell’argomento, mai ho sentito parlare di un spesa che potesse inficiare investimenti in altri ambiti estremamente importanti. In una parola, credo sia sbagliato parlare di una competizione o priorità rispetto scelte fondamentali, quali ad esempio la risoluzione del problema del trasporto scolastico. Addirittura leggo richiami alla spesa per il rifacimento di corso Matteotti, quando sappiamo che l’opera non è stata ancora avviata non per scarsità di fondi, ma a causa del mancato avvio dei lavori di Multiservizi. Stiamo attendi quindi a non mettere tutto dentro lo stesso calderone in maniera generica e confusa.

Tutti i temi in agenda, compresi quelli menzionati dal Presidente, sono attualmente oggetto di studio da parte del nostro gruppo, proprio per capire qual’è il modo migliore per avviare il massimo dei progetti nei tempi più rapidi e secondo un preciso ordine di priorità che a nostra opinione porremo al tavolo della maggioranza. Ancora una volta vorrei fare appello ad evitare fughe in avanti, con fatti concreti o solo prese di posizione, che invece di migliorare e velocizzare il lavoro dell’amministrazione, ottengono il risultato di creare impasse che proprio questa amministrazione non può e deve permettersi.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 gennaio 2008 - 1005 letture

In questo articolo si parla di





logoEV