Quantcast

Maiolati: in Consiglio maggioranza e opposizione d'accordo sui rifiuti

3' di lettura 30/11/-0001 -
“La provincia di Ancona ha bisogno di una nuova discarica per evitare il rischio di una prossima emergenza rifiuti. Un rischio reale, vista la scarsa lungimiranza delle azioni poste in atto finora”.

dal Comune di Maiolati Spontini
www.comune.maiolatispontini.an.it


E’ quanto mette nero su bianco il Consiglio comunale di Maiolati Spontini in un ordine del giorno unitario che sarà discusso in aula giovedì prossimo (24 gennaio) alle ore 21. Il tema rifiuti e in particolare l’attuazione, anzi la mancata attuazione, del Piano provinciale in materia, tornano di nuovo al centro del dibattito e vedranno impegnate le forze politiche al di là delle distinzioni di schieramento per lanciare, con un’unica voce, un messaggio forte: un no sempre più pesante e determinato a decisioni calate dall’alto, che penalizzerebbero il territorio, e insieme una richiesta ferma e insindacabile perché venga finalmente attuato il Piano provinciale dei rifiuti.

L’inserimento nel calendario della seduta di giovedì del punto riguardante il tema dei rifiuti è stato richiesto dal gruppo di minoranza Insieme per i cittadini, quindi è stato predisposto un documento, in maniera unitaria, da portare in discussione e all’approvazione.

“L’ennesima dimostrazione – fa notare il sindaco Giancarlo Carbini – di come sulla necessità dell’attuazione del Piano provinciale dei rifiuti il Consiglio comunale si è sempre mosso con una forte coesione, approvando delibere, documenti e ordini del giorno all’unanimità. Ritorneremo sulla vicenda anche perché arrivano preoccupanti segnali sulla volontà di non realizzare la discarica prevista dal Piano per il sub-ambito 1, cioè Ancona, Osimo, Filottrano, Falconara, con l’assurdo discorso che tanto ci sono già quelle di Moie e Corinaldo. Si mira cioè a non dare concretezza all’attuale Piano gestione rifiuti, e questo senza coinvolgere i diretti interessati, ossia consorzio CIR33, sindaci del sub-ambito 2 e soprattutto Maiolati Spontini e Corinaldo. E senza riportare la discussione e la decisione negli ambiti istituzionali, che sono Consiglio provinciale e Regionale”. Da qui l’iniziativa della discussione in aula e dell’ordine del giorno congiunto.

Nel documento che verrà portato all’approvazione giovedì si ribadisce la necessità della “completa attuazione, senza proroghe e senza modifiche, del Piano provinciale gestione rifiuti che prevede la realizzazione di un impianto di trattamento e di una nuova discarica nel territorio dei Comuni aderenti al Consorzio Conero Ambiente”. Si sottolinea la “preoccupazione per il protrarsi ingiustificato e strumentale dei tempi di decisione e di assunzione di responsabilità da parte del Consorzio, e si impegna ad accelerare il percorso per l’attivazione della raccolta differenziata. Il Consiglio comunale non considera in ogni caso la raccolta differenziata, qualunque siano i livelli raggiunti, un elemento che possa evitare la realizzazione di una nuova discarica nella provincia di Ancona. Rifiuta qualunque prospettiva che mira a penalizzare il nostro territorio su cui si vorrebbe continuare a dirottare i rifiuti dell’intera provincia, a danno sopratutto di chi si é assunto le proprie responsabilità attuando quanto di competenza sulla base del Piano”.

Nel documento si parla della necessità di realizzare una nuova discarica anche per evitare il “rischio di una prossima emergenza rifiuti anche nella provincia di Ancona. Rischio reale vista la scarsa lungimiranza delle azioni poste in atto”. L’ordine del giorno sarà trasmesso a tutti i Comuni soci del Cis, a quelli che conferiscono nella discarica di Moie e sarà consegnato direttamente, da parte di una delegazione del Consiglio comunale, al presidente della giunta provinciale Patrizia Casagrande e al presidente della giunta regionale Gian Mario Spacca.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 gennaio 2008 - 1109 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV