Quantcast

Monte San Vito: due nuovi appuntamenti a teatro

3' di lettura 30/11/-0001 -
Torna, con due appuntamenti in questa settimana, la rassegna Scompagina/1- libri in scena con dedica a Valeria Moriconi , promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini e realizzata in collaborazione con l’Amat e gli Assessorati alla Cultura dei Comuni di Jesi, Maiolati Spontini, Montecarotto, San Marcello con il contributo di Banca Popolare di Ancona e Sogenus e firmata nella direzione artistica da Franco Cecchini, direttore del Centro Studi e Attività Teatrali Valeria Moriconi.

da Amat


Il primo appuntamento è venerdì 25 gennaio al Teatro Condominiale La Fortuna di Monte San Vito con Un cuore semplice interpretato da Maria Paiato. Lo spettacolo - ispirato al racconto dello scrittore francese Gustave Flaubert, diretto da Luca De Bei e prodotto dal Teatro Eliseo - nasce per un’interprete sensibilissima e di grande talento come Maria Paiato, oggi considerata una delle migliori attrici italiane più volte premiata in questi anni per le sue interpretazioni (da sottolineare, tra gli altri, i due prestigiosi premi Ubu per La Maria Zanella e Il silenzio dei comunisti).

Al centro della piéce la figura di Felicité, un’esistenza scandita dal lavoro, senza grandi eventi né accadimenti particolari. Orfana dei genitori e presa “a servizio” dalla signora Aubain, la sua intera vita è dedicata agli altri (la sua padrona, i figli di lei, un nipote) alla Chiesa (la cui dottrina Félicité segue con la passione, l’innocenza e l’ingenuità di una bimba), alla casa, al suo adorato pappagallo Loulou. In questo personaggio così tragicamente legato a una quotidianità sempre uguale a se stessa, il regista e autore Luca De Bei ha ravvisato i punti di forza di un personaggio che ha voluto leggere in chiave moderna, senza per questo perderne i tratti antichi e universali.

Il secondo appuntamento di Scompagina è sabato 26 gennaio al Teatro Comunale di Montecarotto con La fine è il mio inizio di Tiziano Terzani per la regia di Lamberto Puggelli. La fine è il mio inizio è uno spettacolo – prodotto da Ariete Film e Compagnia del Teatro Moderno - tratto dall’omonimo libro di Tiziano Terzani, grande giornalista italiano scomparso quattro anni fa. Questo suo ultimo capolavoro, raccolto e curato dal figlio Folco Terzani, è più di una semplice autobiografia o di un testamento morale. È un libro che non è stato mai scritto ma detto, parlato, raccontato in una sterminata intervista. Un libro, ora interessante ed intenso spettacolo teatrale, che nasce da una richiesta di Tiziano al figlio: “e se io e te ci sedessimo ogni giorno per un’ora e tu mi chiedessi le cose che hai sempre voluto chiedermi e io parlassi a ruota libera di tutto quello che mi sta a cuore, dalla storia della mia famiglia a quella del grande viaggio della vita? Un dialogo fra padre e figlio, così diversi e così eguali, un libro testamento”.

Ed è così che, parola dopo parola, ricordo dopo ricordo, questa biografia parlata prende forma, trasformandosi nel testamento di un padre che si mostra al figlio in tutta la sua pienezza: un uomo dalla vita intensa, colorata ed energica, un viaggiatore d'eccezione, un testimone non sempre comodo che ha attraversato gli eventi della Storia, le guerre e i grandi temi politici degli ultimi cinquant'anni. L'idea di portare a teatro un testo di Terzani è di Mario Maranzana, che ne ha firmato l’adattamento. Maranzana sfruttando una somiglianza fisica interpreta lo stesso Terzani con Roberto Andrioli nel ruolo del figlio. La scena è di Luisa Spinatelli, le musiche di Filippo Del Corno.

Per informazioni e biglietti (intero euro 12, ridotto euro 8): biglietteria del Teatro Pergolesi di Jesi (dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 17 alle ore 19.30) tel. 0731 206888. Inizio spettacoli ore 21.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 gennaio 2008 - 1191 letture

In questo articolo si parla di





logoEV