Quantcast

Chiusura Sadam: indignazione di Lion, Maderloni e Cesini

2' di lettura 30/11/-0001 -
"Accettare la dismissione dello stabilimento di Jesi è una sconfitta per l’intero settore agroindustriale della regione che perde definitivamente la possibilità di coltivare bietole e produrre zucchero".” Lo dicono il Presidente della Commissione Agricoltura della Camera Marco Lion e i parlamentari della stessa Commissione Rosalba Cesini (PdCI) e Claudio Maderloni (SD) dopo le dichiarazioni del Ministro De Castro e dall’assessore regionale all’agricoltura Petrini che hanno raccolto dalle organizzazioni bieticole la non disponibilità a rinunciare agli aiuti Ue.

da Marco Lion, Rosalba Cesini e Claudio Maderloni


"La chiusura di uno dei più moderni, efficienti e competitivi stabilimenti d’Europa è una scelta miope anche per la tutela del comparto agroambientale in quanto la bietola è una coltura che rigenera il suolo e si offre come unica alternativa alla rotazione agronomica. Potrebbe essere quello di Jesi - aggiungono i parlamentari - l’inizio di uno smantellamento generalizzato dell’industria saccarifera italiana che renderà il nostro Paese deficitario e importatore di zucchero già a partire da questa annata agraria".

"Facciamo attenzione dunque
- ammoniscono i rappresentanti de La Sinistra L’Arcobaleno - alla frontiera, altri Paesi come Francia e Germania si preparano a vendere il loro zucchero a noi italiani. Si chiude dunque una stagione per Jesi e le Marche: è una sconfitta per il nostro territorio che ci addolora e ci indigna".

"Ora due le priorità: in primo luogo la salvaguardia dei lavoratori, stabili e stagionali, gli unici che non guadagnano nulla in questa terribile vicenda; in secondo luogo sarà necessario vigilare affinché non venga perpetrata una vera e propria truffa. E cioè che coloro i quali non hanno voluto garantire un approvvigionamento della bietola necessaria a coprire i fabbisogni pluriennali, finiscano per seminarla solo ora, accaparrandosi così sia il doppio contributo comunitario ed avendone, per giunta, garantita la collocazione presso stabilimenti lontani, vale a dire oltre al danno la beffa
" concludono i deputati marchigiani.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 gennaio 2008 - 1804 letture

In questo articolo si parla di





logoEV