Quantcast

L'attualità di Gramsci in tre giornate

2' di lettura 30/11/-0001 -
Intellettuale, scrittore, politico. Gramsci protagonista di tre giornate jesine a lui dedicate con mostre, convegni ed un concorso per le scuole.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


Il progetto prenderà il via l’8 febbraio con la conferenza tenuta da Francesco Giasi su tema “Quale attualità del pensiero e dell’opera di Antonio Gramsci” (Palazzo dei Convegni, ore 17.30. Il professore, direttamente dalla Fondazione Istituto Gramsci di Roma, terrà anche a battesimo una mostra dedicata al grande pensatore (ore 19). Pensieri e documenti più una chicca in dvd che sarà proiettata ogni giorno alle 18 fino al termine dell’iniziativa previsto per il 16 febbraio (orario di visite dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 19).

Martedì 26 alle 21, invece, il teatro Moriconi ospiterà la messa in scena di “Cena con Gramsci”, uno spettacolo teatrale che partendo dalla storia di uno studente alle prese con una tesi di storia ripercorre le tesi, le vicissitudini e le lotte del protagonista di queste giornate.

Oggi più che mai – sottolinea l’assessore alla Cultura Valentina Conti – per la situazione politica, economica e culturale esce fuori l’assolutà attualità del pensiero di Gramsci. Al pessimismo della ragione va contrapposto l’ottimismo dell’attività. Non si tratta di una commemorazione ma c’è bisogno di riproporre i grandi pensatori del ‘900 e tra questi proprio Gramsci. Pensate che le sue opere sono studiate in tutte le università del mondo e solo occasionalmente questo accade in Italia”.

Il giorno dopo, il 27, infine, spazio anche alle scuole con l’incontro all’aula magna dello scientifico Da Vinci tra gli studenti e Giuseppe Vacca della Fondazione Istituto Gramsci di Roma. Aperto a tute le superiori di Jesi, all’incontro parteciperanno anche gli attori dello spettacolo. Un aiuto in più anche in vista della consegna degli elaborati del concorso, lanciato lo scorso anno per i 70 anni dalla morte, che scade a maggio.

Gramsci letto nelle scuole secondarie – spiega l’assessore alla Scuola Bruna Aguzzi – può contribuire a far imparare la storia del ‘900, un elemento fondamentale per costruire il profilo di una cittadinanza. Faremo il possibile per far partecipare il maggior numero degli studenti alle manifestazioni”.

L’iniziativa è organizzata dal Comune, in collaborazione con la Provincia di Ancona e l’Istituto Gramsci Marche diretto da dall’ex-sindaco di Jesi, nonché ex-senatore Aroldo Cascia.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 gennaio 2008 - 1105 letture

In questo articolo si parla di





logoEV