x

SEI IN > VIVERE JESI >

Maiolati: attivo a Moie lo sportello informativo per gli immigrati

2' di lettura
1168
EV

Da oggi (28 gennaio) è attivo a Moie il Sioi, uno sportello informativo e di orientamento rivolto agli immigrati.

dal Comune di Maiolati Spontini
www.comune.maiolatispontini.an.it
L’ufficio è ospitato dal punto Informagiovani, che si trova all’interno della biblioteca “eEFeMMe 23” La Fornace. Lo sportello offre un servizio gratuito e sarà aperto tutti i lunedì dalle ore 17 alle ore 19.

Compito del Sioi è quello di orientare il migrante ai servizi presenti nel territorio e di dare informazioni riguardo varie tematiche, dai documenti per il soggiorno alle regole di iscrizione al servizio sanitario nazionale, fino alla scuola dell’obbligo. Insomma, un vero e proprio centro servizi per l’integrazione degli immigrati.

Lo sportello è stato avviato dalla cooperativa Cooss Marche in collaborazione con il Comune e si inserisce nell’ambito delle azioni per favorire e sostenere l’integrazione sociale dei migranti. Le attività del centro servizi sono sviluppate in maniera complementare alle risorse del territorio dell’Ambito territoriale sociale IX, stabilendo una rete di relazioni con i servizi già operanti. “L’attivazione di questo ulteriore servizio – spiega l’assessore ai Servizi sociali Manolo Bucciarelli – rivolto alla popolazione immigrata, e non solo, denota tutta la determinazione dell’Amministrazione comunale, riguardo la gestione del fenomeno immigrazione. Due anni fa abbiamo reiserito all’interno degli uffici comunali la figura dell’assistente sociale, l’anno scorso abbiamo attivato lo sportello di consulenza legale per gli immigrati e oggi il Sioi.

Attraverso questi servizi e le figure professionali impegnate in essi, è possibile pensare ad un miglioramento della comunicazione stessa agevolando così il concreto avvio di un’integrazione sociale basata sul rispetto delle diversità, sul rispetto dei diritti e sull’indispensabile rispetto delle regole. Il prossimo obiettivo a breve termine che ci siamo posti è quello di attivare una consulta dell’immigrazione che veda la presenza di immigrati, italiani e di quanti sono impegnati nel complesso settore dell’immigrazione”.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 gennaio 2008 - 1168 letture