Quantcast

Chiaravalle: distributore di via Verdi, rispettate tutte le norme?

2' di lettura 30/11/-0001 -
Interrogazione del consigliere comunale Franco Favilli in merito alle risultanze del sopralluogo effettuato dai tecnici comunali presso il cantiere edile dell’impianto di distribuzione carburanti di via Verdi e agli eventuali provvedimenti assunti.

da Franco Favilla
capogruppo consiliare del PRC


Il sottoscritto Consigliere comunale

letto

il verbale redatto dall’ufficio Tecnico comunale in seguito al sopralluogo eseguito in data 15 novembre 2007 dagli incaricati dell’ufficio presso il cantiere edile in Via Verdi in cui era in costruzione un nuovo impianto di distribuzione carburanti con annesso autolavaggio da cui si evince la realizzazione di alcune opere in difformità dal progetto autorizzato ed in particolare:

1-distanza tra la prima pompa ed il marciapiede: rilevata ml. 4,85, da progetto ml. 5,00;
2-distanza tra chiosco e confine: rilevata ml. 12,80, da progetto ml.10,95;
3-distanza tra box lavaggio e altra proprietà: rilevata ml. 10,25, da progetto ml. 10,55;
4-altezza intradosso pensilina: rilevata ml. 4,80, da progetto ml. 4,70;

chiede di conoscere

1-se le opere realizzate in difformità dal progetto, sia quelle sopradescritte che le altre evidenziate nel succitato verbale, siano comunque conformi alle norme urbanistiche comunali nonché alle vigenti disposizioni, nazionali e regionali, in materia di impianti di distribuzione carburanti;
2-quali provvedimenti siano stati assunti, se del caso, per sanare gli interventi difformi dal progetto autorizzato o quali sanzioni siano state applicate per le opere che fossero state eventualmente reputate non sanabili.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 gennaio 2008 - 1554 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV