Quantcast

Sadam: la Cisl contro gli agricoltori

1' di lettura 30/11/-0001 -
Prosegue lo scambio di accuse tra sindacati dei lavoratori e associazioni dei coltivatori in merito alla chiusura dello zuccherificio di Jesi.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


Il segretario nazionale della Fai Cisl Sergio Retini è entrato nel dibattito accusando le associazioni di aver “ancora una volta preferito i quattrini a politiche di consolidamento della cultura”.
Il riferimento va ai fondi che l'Unione Europea stanzierà a quei coltivatori che sostituiranno la bietola da zucchero con altro. Una politica giudicata negativamente dal sindacato.
Secondo Retini “i sindacati sono riusciti a evitare conseguenze più negative, con un'intesa che salvaguarda i livelli occupazionali anche per i lavoratori stagionali con contratto a tempo determinato di lunga durata”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 febbraio 2008 - 1733 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV