Quantcast

Buono il bilancio 2007 per la Fondazione Pergolesi Spontini

4' di lettura 30/11/-0001 -
La Fondazione Pergolesi Spontini si avvia ad una nuova positiva chiusura di bilancio del 2007. Le attività in programma nel 2008 - Festival Pergolesi Spontini, Lirica, attività scientifica e gestionale - state state illustrate l'8 febbraio in Consiglio Comunale dall'amministratore delegato William Graziosi.

dalla Fondazione Pergolesi Spontini
www.fondazionepergolesispontini.com


Invitato a presentare il Piano Programmatico per il 2008 della Fondazione Pergolesi Spontini, l'Amministratore delegato William Graziosi - nel suo intervento presso il Consiglio Comunale di Jesi l'8 febbraio - ha riportato la notizia di quanto emerso e già illustrato agli Organi Statutari dell'ente culturale jesino sulla prima verifica effettuata sull'esercizio 2007.

Il Bilancio preconsuntivo, infatti, compilato sulla base dei documenti che hanno fotografato la situazione extracontabile della Fondazione al 31 dicembre, ha registrato una chiusura con un leggero avanzo di gestione, denotando la buona salute dell'istituzione chiamata a gestire dal 2005 il Teatro Pergolesi di Jesi e il suo riconoscimento ministeriale di Teatro di Tradizione.Il documento ufficiale seguirà il suo normale iter procedurale e quindi il Bilancio consuntivo del 2007 - come pure il Bilancio preconsuntivo del 2008 con il relativo Piano delle Attività che si intendono programmare per quest'anno - sarà sottoposto definitivamente all'approvazione degli Organi Statutari in primavera.

Sul piano artistico, le attività di produzione diretta saranno la VIII edizione del Festival Pergolesi Spontini e la 41esima stagione lirica di tradizione del Teatro Pergolesi in collaborazione con prestigiose istituzioni liriche italiane ed estere.

Il festival si svolgerà dal 5 al 14 settembre a Jesi, Maiolati Spontini, Monsano, Montecarotto, Monte San Vito e San Marcello. La prima opera seria di Pergolesi (La Salustia) e la prima opera buffa di Spontini (Li puntigli delle donne) apriranno e chiuderanno l'edizione dedicata al fiorire del genio. La stagione lirica, da ottobre a dicembre, proporrà tra i vari appuntamenti Il Flauto Magico di Mozart, la Tosca di Puccini, Il Viaggio a Reims di Rossini.

Le attività di ospitalità comprenderanno le stagioni di prosa, di teatro giovani, di teatro ragazzi, sinfonica, di teatro dialettale e di danza presso i teatri della rete della Fondazione, oltre alle collaborazioni con importanti rassegne del territorio. Per le attività del Centro Studi e Attività Teatrali Valeria Moriconi, la Fondazione darà seguito a quanto ha avviato nel corso del 2007 e confluito nella rassegna Scompagina, in misura del contributo che riceverà dal Comune di Jesi.

Per quest'anno è prevista una articolata attività scientifica. "La Fondazione - ha ricordato Graziosi - si propone per statuto di valorizzare l'opera di Pergolesi e Spontini, e quindi tra l'altro promuove le ricerche e lo studio dei documenti storici da parte di musicologi di livello internazionale".

Proseguiranno nel 2008 le collaborazioni avviate con istituti nazionali e internazionali di ricerca musicale, tra cui quelle con la Freie Universität Berlin e l'Università di Mainz in Germania per lo studio sul periodo 'berlinese' di Spontini, quella con l'Università di Napoli per ricostruire la storia dello spettacolo negli anni in cui Pergolesi fu protagonista della scena musicale partenopea, e quella con la Biblioteca Planettiana per la valorizzazione del Fondo Robert con documenti spontiniani.

Il 2008 sarà inoltre un anno importante in vista delle celebrazioni del terzo centenario della nascita di Giovanni Battista Pergolesi, nel 2010, anno in cui la Fondazione proporrà la rappresentazione integrale delle opere del compositore.

Le attività per l'anniversario spaziano dalla collaborazione con l'Orchestra Mozart diretta dal M° Abbado (che il prossimo 4 giugno a Bologna eseguirà un secondo concerto con materiali musicali curati dalla Fondazione), alle revisioni critiche delle opere pergolesiane, fino all'avvio dell'iter per l'istituzione ministeriale delle Edizioni Nazionali dell'opera omnia di Pergolesi e del Comitato Nazionale per le celebrazioni. Nel nome di Spontini, inoltre, è stato dato incarico di revisione critica della commedia in musica La fuga in maschera (la partitura è stata ritrovata recentemente a Londra) e si lavorerà in vista della celebrazione nel 2009 del bicentenario della prima rappresentazione del Fernando Cortez.

Le attività di formazione registreranno un grande incremento, con l'implementazione dei progetti già avviati ed azioni specifiche di formazione del pubblico e delle professioni del palcoscenico. Proseguirà infine la collaborazione con Placido Domingo, General Director del Washington National Opera e del suo Domingo-Cafritz Young Artist Program, per fornire ai suoi giovani allievi un adeguato insegnamento della lingua italiana applicata al canto lirico.

Sul piano gestionale, si segnala - tra l'altro - il potenziamento delle attività di distribuzione del materiale promozionale presso i principali appuntamenti fieristici di Londra, Parigi, Monaco, Salisburgo, Bruxelles, Barcellona, Vienna, Stoccarda, Berlino, Rimini, Napoli, oltre alla imminente partecipazione alla BIT di Milano.
Per concludere, Graziosi ha ricordato l'improcrastinabilità dei lavori di risanamento conservativo e di miglioramento funzionale al Teatro Pergolesi, ed in questa direzione la Fondazione sta predisponendo il progetto in accordo con l'Amministrazione Comunale.

Info: Fondazione Pergolesi Spontini Tel. 0731.202944
www.fondazionepergolesispontini.com.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 febbraio 2008 - 803 letture

In questo articolo si parla di





logoEV