Quantcast

Interporto: Pesaresi, il finanziamento Cipe esempio di proficua collaborazione

2' di lettura 30/11/-0001 -
“Il finanziamento di 204 milioni di euro per la realizzazione del bypass ferroviario di Falconara e dello scalo merci nelle adiacenze dell’Interporto, è giunto al termine di un lungo e proficuo processo di collaborazione che ha visto coinvolti vari soggetti istituzionali che, ciascuno per la propria competenza, al momento opportuno hanno fatto la propria parte“.

da Roberto Pesaresi
presidente di Interporto Marche spa


Si tratta di una grande opportunità di sviluppo per la nostra regione perché non capita spesso che vengano finanziate opere di tale entità economica e di tale portata. Ricordo le tappe che ci hanno portato a questo risultato, a partire dall’approvazione del progetto preliminare il cui studio è stato effettuato da Interporto Marche in collaborazione con RFI.

Presentato nel giugno 2003 nel corso di una conferenza stampa presso la Regione Marche con l’allora governatore D’Ambrosio, approvato nel 2005 durante il governo di centro-destra e finanziato nel 2008 sotto la presidenza Prodi, l’iter di approvazione ha superato le divisioni ideologiche e politiche in nome della realizzazione di un progetto importantissimo per lo sviluppo economico della Regione Marche. Oggi, grazie alla proficua collaborazione della stessa Regione Marche sotto la presidenza Spacca e della Provincia di Ancona nei governi Giancarli e Casagrande, abbiamo una grande responsabilità avendo il progetto ed avendo i finanziamenti: non ci resta infatti che completare l’opera.

Da parte mia non posso che compiacermi di quanto è avvenuto ed auspico fortemente il rispetto del crono-programma delle attività così come sono state previste, se non addirittura un’accelerazione nei lavori, e penso che ciò sia possibile considerando i commenti positivi giunti da più parti per questa operazione che, non sfugga, è di importanza capitale. Gli attestati di stima che abbiamo ricevuto in questi giorni per aver collaborato fattivamente a questo progetto li dividiamo con tutti quanti hanno dato in questi anni il proprio contributo: averlo pensato, proposto e voluto, non sarebbe stato sufficiente senza l’appoggio di tutti.”





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 febbraio 2008 - 993 letture

In questo articolo si parla di