Variante Arceviese: ancora un passo in avanti verso l\'approvazione definitiva

municipio senigallia 2' di lettura 21/03/2008 - Un passo in avanti verso l’approvazione definitiva di un atto amministrativo lungamente atteso dalla città come quello della Variante Urbanistica della Zona Arceviese è stato compiuto dal Consiglio Comunale nella seduta di mercoledì sera.

Ben 47 sono state infatti le osservazioni presentate dai cittadini esaminate ieri dal Consiglio, che ha approvato le proposte di controdeduzioni predisposte dagli uffici comunali. Il primo gruppo omogeneo di osservazioni esaminate e discusse è stato quello relativo alle zone di completamento BR1, per le quali lo scorso aprile in sede di adozione il Consiglio Comunale aveva disposto l’abbassamento dell’indice di utilizzazione fondiario, che era stato portato da 0,86 a 0,50. Come si ricorderà, la motivazione che aveva spinto il Consiglio ad approvare la riduzione degli indici proposta in aula da 16 Consiglieri di maggioranza era stata quella di realizzare insediamenti di qualità con un equilibrio tra pressione abitativa, accessibilità ed offerta di parcheggi e servizi pubblici, ponendo un freno a quegli interventi sproporzionati di trasformazione edilizia che penalizzano la vivibilità e qualità urbana e che creano situazioni di insostenibilità ambientale.



Tenendo fede all’impostazione originaria della Variante adottata, il Consiglio Comunale ha respinto le osservazioni che chiedevano un ripristino dei precedenti indici di utilizzazione fondiaria. Soltanto per 4 osservazioni presentate da proprietari di piccole abitazioni ad un piano, che chiedevano la possibilità della sopraelevazione di un secondo piano per le esigenze del proprio nucleo famigliare, il Consiglio Comunale ha disposto un parziale accoglimento. In forza di questo accoglimento “gli edifici esistenti alla data di adozione della Variante Arceviese possono realizzare la sopraelevazione di un secondo piano, entro il perimetro dell’edificio esistente, fino al raggiungimento massimo dell’indice di utilizzazione di 0,70 e di un’altezza massima di 7,50, nel rispetto di tutti gli altri parametri di zona. Sempre nel rispetto dei parametri di zona suddetti e nel mantenimento dell’indice di copertura esistente è ammessa la demolizione degli edifici ad un piano, con ricostruzione e sopraelevazione” ottenendo così un miglior inserimento architettonico ed urbanistico. E’ una risposta significativa che consentirà di migliorare la propria abitazione per sé e per la famiglia, al di fuori di ogni intento speculativo.


Il dibattito e l’esame delle rimanenti osservazioni è proseguito nella serata di ieri a partire dalle 21.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 marzo 2008 - 3125 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, politica, senigallia, municipio


\"al di fuori di ogni intento speculativo\"<br />
Cosa significa ?<br />
La sopraelevazione dei portici Ercolani é dentro l\'intento speculativo ? <br />
La cementificazione del lungomare con indici altissimi, ricostruzione del ghetto, appartamenti nel palazzo Gherardi, colosseo ex conzorzio agrario, tutta la storia di Senigallia sono fuori dagli intenti speculativi ??<br />
Solo Edra può costruire a Senigallia fuori intenti speculativi ??<br />
Le più piccole imprese se costruiscono hanno intenti speculativi ?<br />
Piccoli propietari impoveriti ( cittadini di senigallia) avevano chiaramente interesssi speculativi. Grosse imprese, grosse lotizzazioni, areee per centri commerciali, costruire al centro, al lugomare, al Cesano , alla Veco ecc. ecc. chiaramente è tutta beneficenza. <br />
Quante prese in giro, quante bugie, quante cose non vere, quanti interessi nascosti (ma manco tanto) quanto popolo bue

\"Il dibattito e l\'esame delle rimanenti osservazioni è proseguito nella serata di ieri a partire dalla 21.\"<br />
<br />
Trovare scritte tali falsità in un comunicato stampa del Comune è vergognoso: vergognoso.<br />
Ieri sera non c\'è assolutamente stato nè esame, nè dibattito delle osservazioni. A mo\' di estrazioni del lotto (con la cinquina di Paradisi) sono state chiamate e votate, dimenticando cosa sia la democrazia.<br />
Prima il cittadino viene invitato a partecipare, a esprimere un giudizio, a fare osservazioni, a difendere i propri interessi.<br />
Poi calpestato da un regime assolutista, definito giustamente \"boliviano\".<br />
Vergognatevi.