Chiaravalle verso il voto: intervista a Gianluca Fenucci

gianluca fenucci 08/04/2008 -

Gianluca Fenucci, 47 anni, professore all\'Ipsia di Jesi e sportivo - un passato da portiere anche nella Biagio Nazzaro ed ora allenatore della Castelfrettese -  candidato del PdL risponde alle nostre domande.



Perché ha deciso di candidarsi?

\"Per rispondere alla necessità di rinnovamento di molte persone, di tanti giovani dell\'area moderata e di centrodestra che hanno visto in me il loro rappresentante. Non sono iscritto a partiti ma credo che si debba scendere in campo per dare un contributo nuovo e serio al miglioramento della città. Sono l\'unico tra i candidati nato a Chiaravalle e nel tempo ho visto un suo progressivo declino in ogni settore: sociale, culturale, economico, ambientale\".

Come sta andando la campagna elettorale?

\"Bene! Siamo molto soddisfatti perché ci siamo messi al servizio della gente e stiamo ascoltando le loro necessità, le loro esigenze. I cittadini hanno le idee chiare, sono stanchi di essere male amministrati e molte delle loro necessità coincidono con le nostre proposte. Tutti i nostri candidati si stanno impegnando per divulgare il programma e constatiamo con molto piacere che i cittadini dialogano volentieri con noi e partecipano con assiduità alle nostre manifestazioni: hanno percepito con favore la ventata di freschezza e novità che abbiamo voluto dare con la nostra lista\".

Lei è stato continuamente attaccato dagli ex consiglieri comunali e questo può aver creato confusione negli elettori. Col senno di poi, non sarebbe stato meglio andare uniti al voto?

\"Il PDL non ha mai posto veti anzi li ha subiti. Noi siamo aperti ad ogni contributo, siamo sereni e crediamo nella qualità del nostro lavoro. La polemica sterile non ci appartiene e preferiamo parlare di progetti e di idee per il futuro di Chiaravalle\".

La sua è la lista che per media di età è la più giovane. La bilancia pesa più sull\'inesperienza o più sul piatto delle energie?

\"Tra i venti candidati ci sono molti giovani, è vero. Ma la gioventù di molti non deve essere scambiata per inesperienza. La nostra squadra è compatta e completa: è costituita da persone di ogni ceto e che provengono da esperienze lavorative molteplici e variegate. Ci sono professionisti, operai, imprenditori, medici, commercianti, assicuratori, consulenti e diversi studenti universitari. Tutti siamo animati da grande entusiasmo e dalla voglia di renderci utili per migliorare Chiaravalle. La nostra sede di piazza Garibaldi è sempre piena di persone, è un autentico laboratorio di idee ed una fucina di progetti dove regna una bellissima atmosfera di amicizia e dove c\'è una grande sinergia e cooperazione. Questo gruppo così ben assortito e motivato proseguirà la sua attività anche dopo le elezioni: in sede opererà un patronato per dare informazioni e sostegno agli anziani, ai giovani, ai commercianti in materia fiscale, assistenziale, di credito alle imprese\".






Questa è un'intervista pubblicata il 08-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 aprile 2008 - 3082 letture

In questo articolo si parla di politica