Aguzzi: la legge sui servizi socio sanitari è un\'opportunità

Bruna Aguzzi 13/04/2008 -

La nuova legge regionale che disciplina le aziende chiamate a gestire i servizi socio-assistenziali e socio-sanitari anche in forma consortile - approvata dal Consiglio regionale delle Marche nel febbraio scorso - rappresenta per Jesi e la Vallesina una straordinaria opportunità, perché tale legge, oltre ad offrire evidenti certezze normative, prefigura un disegno regionale che il nostro territorio ha per certi versi anticipato.



La necessità di adeguare a queste nuove disposizioni di legge lo statuto dell\'azienda consortile che si vuole costituire diventa oggi una grande occasione anche per rafforzare in maniera costruttiva e propositiva il tavolo con i quattro Comuni che avevano ritenuto di non aderirvi.


Con essi si è riaperto nelle ultime settimane un positivo confronto ed è nostro auspicio - già dalla riunione in programma lunedì prossimo - definire in maniera condivisa un percorso di impegni e un preciso cronoprogramma, nella piena convinzione che questa legge offre finalmente certezze normative e dà risposte anche politiche ai Comuni. Quella che potrebbe nascere tra i Comuni di Jesi e della Vallesina sarà dunque un\'azienda che avrebbe alto contenuto innovativo, diventerebbe automaticamente un\'azienda pilota per la Regione Marche e, proprio per questo, meritevole della massima attenzione possibile fin dalle prime fasi della sua costituzione da parte degli organismi sovracomunali.


Da un punto di vista politico, tale percorso collocherebbe in ambito sociale il territorio di Jesi e della Vallesina all\'avanguardia nel panorama regionale per scelte strategiche e innovazione qualitativa dei servizi.


da Bruna Aguzzi
Assessore servizi alla persona e allo sport




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 14 aprile 2008 - 1088 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune jesi, bruna aguzzi