Dopo un anno di indagini arrestati per spaccio tre tunisini

sequestro droga 18/04/2008 - Sono stati arrestati per spaccio di stupefacenti tre giovani cittadini tunisini. L\'arresto è stato effettuato dai Carabinieri della compagnia di Jesi, in collaborazione coi colleghi di Ancona, Fabriano e Bolzano.

I tre uomini sono A.A di 32 anni, disoccupato e clandestino; H.A di 24 anni anch\'esso disoccupato e clandestino e H.H.B di 29 anni, che a differenza degli altri due possedeva regolare permesso di soggiorno.


Le indagini erano in corso da più di un anno effettuate dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Jesina che aveva già consentito in passato di individuare un gruppo di cittadini extracomunitari di origine magrebina sospettati di essere invischiati nello spaccio di stupefacenti come l\'eroina, nei Comuni di Jesi, Fabriano e Santa Maria Nuova.
Il servizio dei Carabinieri ha infatti permesso di accertare che nei pressi di una sala giochi , di un campo sportivo e di un parco pubblico delle tre cittadine gli stranieri venivano avvicinati da diverse persone già conosciute dalle autorità per uso di droghe.


Dal 7 dicembre al 9 agosto 2007 sono stati effettuati quattro arresti per spaccio da parte degli extracomunitari, trovati in possesso di un totale di 100 grammi di eroina, sostanza da taglio e altro materiale utile allo spaccio di stupefacenti.
La seguente attività di investigazione che ha portato agli arresti di ieri, giovedì 17 aprile, è nata dai singoli arresti che confermavano la gestione dello spaccio da parte dei tre tunisini, che si spostavano tra Jesi, Fabriano e Santa Maria Nuova. In seguito a questi reati la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona ha richiesto al Gip di applicare misure restrittive in carcere nei confronti dei tre spacciatori.


In particolare ad A.A. l\'ordinanza è stata notificata nel Carcere Montacuto di Ancona, dove si trovava dal 9 agosto 2007 quando era stato sorpreso dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Jesi subito dopo aver ceduto una dose di eroina ad un tossicodipendente jesino e fuggendo poi a bordo di un motorino rubato, è stato raggiunto ed arrestatato e trovato in possesso di due dosi di cocaina. Inoltre la perquisizione presso il suo domiclio di Santa Maria Nuova ha permesso di trovare materiale per il taglio e confezionamento della sostanza, insieme a vari apparecchi elettronici (telecamera, radio HI FI ecc), che erano stati ceduti da tossicodipendenti come pagamento della dose venduta. L\'altro tunisino H.A. è stato bloccato a Bolzano dove si era trasferito dopo l\'arresto di A.A., mentre H.H. B. , l\'unico in regola con il permesso di soggiorno è stato rintracciato presso il suo domicilio di Fabriano.



di Alessandra Tronnolone
redazione@viveresenigallia.it






Questo è un articolo pubblicato il 18-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 aprile 2008 - 2056 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, alessandra tronnolone, ancona, fabriano





logoEV