Al via il corso di aggiornamento per i cuochi delle mense scolastiche

bruna aguzzi 25/04/2008 -

Ha preso il via questa settimana un interessante corso di formazione ed aggiornamento per le cuoche delle mense scolastiche del Comune di Jesi tenuto dagli chef di Italcook, l\'istituto superiore di gastronomia ospitato sopra l\'enoteca regionale.



Il corso ha lo scopo di insegnare alle cuoche i metodi e le strategie per rendere le pietanze che vengono preparate quotidianamente ai bambini più fantasiose, attraenti, appetibili e gustose. Sempre più spesso, infatti, i bambini mangiano cibi con sapori omologati e molto simili tra loro. Tra l\'altro gli ingredienti che si utilizzano in tali preparazioni non fanno parte di una sana dieta, piuttosto sono frutto di cattive abitudini alimentare consolidate in ambito extrascolastico. Il programma del corso, strutturato in quattro lezioni e che si completerà il prossimo 30 aprile, prevede l\'approfondimento delle tecniche di lavorazione, di cottura, la cromaticità, la geometria, i colori e le forme dei piatti.


La funzione del cibo diventa insomma forma di divertimento per stimolare i bambini a mangiare. Quattro gli approfondimenti che vengono sviluppati: pasta, carni, pesce e verdure. “Si tratta - ha spiegato l\'assessore ai servizi educativi Bruna Aguzzi - di una prima risposta alle richieste scaturite nell\'incontro che abbiamo avuto con i rappresentanti dei comitati mensa composti dai genitori dei bambini e dei ragazzi che pranzano a scuola. In quell\'occasione era emerso come, fermo restando la qualità del cibo, fosse opportuno sviluppare anche i temi dell\'appettibilità e della ricerca del gusto per i piatti preparati nelle mense. Italcook in questo contesto si rivela un importante e qualificato partner. Una scelta che va nella direzione di investire nelle professionalità presenti e che contiamo di alimentare con altre iniziative specifiche”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 26 aprile 2008 - 1317 letture

In questo articolo si parla di attualità, gradara, comune di gradara