Dopo l\'incidente nei pressi del Campus, Forza Italia chiede più sicurezza

PdL 25/04/2008 - Sarà presentata lunedì mattina in Provincia una interrogazione proposta dal Consigliere Provinciale di Forza Italia Milva Magnani sulla situazione del traffico nella zona del Campus Scolastico di Senigallia .

Gli esponenti locali del partito azzurro, Niccolò Rossi e Donatella Berardinelli, dopo l\'incidente nel quale ha perso la vita un giovane di Corinaldo, hanno chiesto l\'intervento del Consigliere Provinciale Magnani sulla questione per interrogare la Provincia riguardo la sicurezza che offre il piano del traffico che interessa il Campus Scolastico per verificare che sia adeguato a garantire l\'incolumità degli stessi studenti.


E\' una scelta della Provincia quella di insediare il Campus in Via D\'aquino, afferma la Magnani, e dopo l\'accaduto mi sento in dovere di interrogare l\'amministrazione provinciale per assicurarmi che siano state prese da parte di questo Ente, per quelle che sono le sue competenze, tutte le precauzioni necessarie affinché il piano del traffico redatto e applicato dal Comune sia adeguato alla sicurezza di tutti coloro che vi operano. La costruzione edilizia scolastica è di proprietà della Provincia ed è fondamentale, quando si fanno progetti edili, preventivare anche una viabilità appropriata, in modo particolare se a percorrerla devono essere ragazzi minorenni che si avvalgono di ciclomotori o vanno a piedi.


Dopo l\'introduzione del doppio senso in Via d\'aquino, commentano Rossi-Berardinelli, la situazione all\'entrata e all\'uscita delle scuole è degenerata, gli stessi Insegnanti e Presidi avevano manifestato perplessità sulla viabilità della zona, tanto è sato scritto , ma nulla è stato fatto, gli studenti sono costretti a percorrere con gli scooter lunghe circonvallazioni per raggiungere le strade principali convivendo con il traffico che arriva dal Centro Commerciale e i mezzi pesanti che escono dall\'autostrada e si immettono nelle rotatorie di Via Giordano Bruno. Chi invece prende i mezzi pubblici che fermano in Via Bruno, davanti al Mc Donald\'s , rischiano ogni giorno di essere investiti per attraversare la strada dalle macchine che sfrecciano; non c\'è un semaforo, né un vigile che metta in sicurezza gli attraversamenti pedonali.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 26 aprile 2008 - 6256 letture

In questo articolo si parla di traffico, politica, partito della libertà


DAVIDE

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Vergognatevi! Strumentalizzare la morte di un ragazzino per indecenti, sporchi fini politici! <br />
<br />
Ora va di moda far leva sulle paure della gente, quelle stesse paure che vi hanno fatto perdere milioni di voti a vantaggio della Lega... E anziché fare autocritica, impegnate il vostro (inutile) tempo per queste indegne interrogazioni, tanto per comparire sui giornali!<br />
<br />
Ma un po\' di rispetto per il dolore altrui e per le altrui tragedie non è nel vostro programma? Neanche una pattuglia di vigili poteva evitare l\'incidente a quanto s\'è capito dalle sue dinamiche. E il fatto che la scuola del ragazzo fosse a 500 metri piuttosto che a 5 chilometri poco differenza avrebbe fatto, se tutto è successo perché, purtroppo, il ragazzino si è immesso in una rotatoria già percorsa da un camion!!! Ma voi preferite l\'urlo e il cinismo - un cinismo vomitevole - alla umana pietà. E\' proprio vero che in politica parlano e comandano sempre i peggiori!!! E in questo caso, c\'è pure una donna tra chi dà fiato alla bocca! Ma lei - signora - i figli non ce l\'ha?<br />
<br />
Vergogna!!! <br />

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Non basta dirlo una volta sola. VERGOGNATEVI E RIVERGOGNATEVI!!<br />
Questo utilizzo pseudopolitico (ho ancora rispetto per il termine \"politico\") sulla morte terribile di un ragazzino è squallido e triste.<br />
Gli incidenti purtroppo accadono, ogni giorno il telegiornale ci fornisce il bollettino di guerra. E di solito accadono perchè qualcuno - per ignoranza, per idiozia o per inesperienza- non rispetta le norme del Codice della Strada.<br />
Se le auto \"sfrecciano\" sopra le strisce pedonali invece di fermarsi come accade nei Paesi civili, la colpa è della Provincia? Se i ragazzini (lo facevo anch\'io a 15 anni, ma mi è andata bene e non ne vado fiero) fanno lo slalom tra le macchine, è colpa della Provincia? Se i ragazzi si caricano di coca il sabato notte è colpa della Provincia? Se i genitori danno in mano ai figli di vent\'anni neopatentati le alfa e le bmw, quando poi li raccolgono attaccati agli alberi la colpa è della Provincia? O come dicono i Tg: della \"curva maledetta\"? E non è mai colpa nostra, vero?<br />
Ha ragione Smile, ma questi che scrivono, i figli non ce li hanno?

studente

Commento sconsigliato, leggilo comunque

La provincia ha il compito di limitare il rischio sulla strada.Era ora che qualcuno prendesse posizione su una questione così grave,la situazione al campus scolastico è diventata invivibile,non si può insediare un complesso scolastico in un area ad alta densità di incidenti per lo più dietro l\'autostrada!!Pensate prima di parlare...avete figli?vanno a scuola?io sì e gradirei non avere paura ogni volta che esce di casa..siete una vergogna per Senigallia e per tutti quei poveri ragazzi o meno che,grazie a gente come voi,continuano ad arricchire la lista delle vittime della strada..a volte può essere una fatalità,un\'altra irresponsabilità, ma comunque diminuire i rischi per tutti,pedoni e automobilisti, male non fa!

A volte riflettere prima di parlare potrebbe evitare di commettere errori imperdonabili. Cari esponenti di Forza Italia, non provate un pochino di ribrezzo per voi stessi, speculando su una tragedia di tale dimensione? La morte di un ragazzo di 16 anni è un fatto troppo grande per specularci sopra sperando in un miserrimo utile politico. <br />
Avreste dovuto intervenire prima della disgrazia, potevate dare vita ad una campagna di conoscenza sui pericoli della viabilità in quella parte della città. Il vostro ruolo di esponenti politici è proprio quello, dare battaglia affinchè gli errori vengano corretti e così facendo magari avreste potuto contribuire ad evitare qualche disgrazia. Invece no, ve ne uscite due giorni dopo la tragedia cercando di specularci sopra. Potreste vergognarvi, per favore?

Carlo D.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

BENEDETTA G.

sono una studentessa dell\'alberghiero,mio padre insieme ad un gruppo di genitori di ragazzi della mia classe è più di anno che cercano di avere un dialogo con il comune in merito alla questione senza risultati..vedete qui davanti ci sono tantissimi incidenti, ma poichè per la maggior parte sono tutti leggeri, nessuno gli ha mai dato credito...ed ora che francesco non c\'è piu non si puo far finta di nulla!!come al solito in italia si deve arrivare a tanto per essere ascoltati...non è vero che non si è fatto nulla ma come al solito finchè la situazione non degenera nessuno presta attenzione...il comune fa le orecchie di gomma...era ora che qualcuno di autorevole facesse riferimento alla provincia,dato che la scuola e la relativa sicurezza sono di loro competenza..bravi Nicolo e Donatella fatevi sentire voi che a noi non ci ascolta nessuno...e voi invece di criticare fatevi un esame di coscienza...avete mai fatto nulla in merito?noi che, interessati, seguiamo la questione sappiamo che alcuni lo hanno fatto senza essere presi in considerazione!!FATEVI SENTIRE,ORA NON HA PIU SENSO FARE FINTA DI NULLA!!BRAVI!

Attorno al campus scolastico all\'uscita dalle scuole si va a 10km l\'ora... Tutti gli automobilisti lo sanno bene. E allora, se vogliamo dire che c\'è un problema di viabilità diciamolo pure. Di viabilità, niente più. E se volessimo dire che - magari - l\'uscita degli studenti potrebbe essere scaglionata per rendere meno caotica la situazione, sarebbe pure meglio. Ma che un incidente avvenuto alle 12, quando il traffico è regolare, possa essere strumentalizzato così mi pare - lo ripeto -indegno. E dovrebbero capirlo anche i ragazzi che sono tenuti come tutti a rispettare le regole. Perché la vita è troppo preziosa per giocarsela con una sgommata o per non piangerla con umiltà quando è così incredibilmente stroncata, evitando di addossare le colpe al \"governo ladro\", come probabilmente sentono in famiglia... Il senso di responsabilità si impara da piccoli. Poi, è troppo tardi!

No Carlo D. i giornali li leggo, ma dai loro resoconti non mi sembra che l\'opposizione abbia solevato il problema viabilità più di tanto. Se tutto il tempo dedicato all\'ex liceo classico fosse stato impiegato anche per la viabilità di via G. Bruno e zone limitrofe, forse parecchia gente avrebbe potuto prendere coscienza della situazione che, io per primo, definisco invivibile. Se avessi letto bene il mio commento avresti percepito un invito all\'opposizione ad occuparsi, in maniera senz\'altro più proficua, di questo problema.<br />
Il fatto è che usare un fatto come quello, accaduto l\'altro giorno, per acquisire visibilità continua ad essere sempre più riprovevole.<br />

Carlo D.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Non facciamo gli ipocriti..nessuno ha parlato di governo ladro...è ovvio che si parla di viabilità, non puoi negare che anche s qualcuno ( e non tutti) vanno a 10 all\'ora è un disastro il traffico non viene smistato...invece di fare un girdino davanti alla scuola non si poteva fare uno spiazzale degli autobus come se ne vedono in molte città?a cosa serve lì,gli studenti mica possono uscire all\'intervallo!e allora si faccia qualcosa di più utile,i giardini se ne possono fare in altre zone,bello vedere un pò di verde erba con le mani sporche di sangue...già solo questo dovrebbe riuscire a smistare un poco il traffico lì davanti..

Il senso della strumentalizzazione di un dramma, che io considero indegna, è proprio quello che dici tu, Benedetta. I cittadini non sono ascoltati dall\'amministrazione. Da un\'amministrazione che ha altro a cui pensare, evidentemente. Le elezioni, la spartizione delle cariche e compagnia cantando. Poi, purtroppo, succede qualcosa di tragico che con la viabilità indecente davanti al campus non c\'entra proprio nulla, come i fatti raccontati dimostrano. Gli avvoltoi politici, che non sono certo meglio di quelli che nona scoltano, si fanno sotto per raccattare po\' di supporter per le prossime votazioni. Strumentalizzazione, appunto. Di uno squallore infinito. Soprattutto se agita nei confronti di ragazzi che all\'emotività - se Dio vuole - ancora danno retta. Democrazia? Certamente, no! Cinismo, direi. Dei peggiori...

Milva Magnani

Signor Smile sono il consigliere Milva Magnani di Forza Italia che ha presentato l\'interrogazione in Provincia, come vede non uso pseudonimi come Lei, ma apertamente dichiaro senza paura il mio nome e cognome, vorrei che anche Lei avesse il coraggio di venire allo scoperto e di esprime le proprie idee firmate con il suo nome e cognome.<br />
Si sono una mamma, ho un figlio poco più grande di Francesco e come tale sono sempre stata molto sensibile a tutto quello che coinvolge il mondo giovanile ed anche in questo caso mi sono sentita in dovere di fare qualcosa avendo l\'opportunità come eletta in Provincia di cercare almeno di attirare l\'attenzione su una zona ad alto rischio sia per i pedoni che per gli automobilisti, per evitare nuove tragedie.<br />
Non mi vergogno affatto della mia iniziativa, anzi penso di aver fatto quello che i cittadini, non di parte e politicizzati come Lei, si aspettano da me.<br />
Se oggi la credibilità della classe politica vacilla è anche perchè ci sono persone come Lei che giudicano l\'operato degli altri solo attraverso i colori politici e la musica che più gli aggrada, rimanendo miope alla vera finalità dell\'azione.<br />
Se permette è Lei che sta strumentalizzando il tutto. Io non ho mai sentito la necessità di andare sui giornali, sono oramai più di 14 anni che sono una eletta a livello provinciale ed ho fatto tante battaglie su temi in cui credo, in particolar modo per i giovani, ma non solo.<br />
Il mio operare nelle sedi Istituzionali senza uscire alla ribalta con la visibilità giornalistica è confermata dal fatto che Lei così attento non mi conosca e non sa neppure se sono mamma.<br />
Persone come Lei, fanno danno a questo Paese e alla politica,soprattutto al raggiungimento dei fini per i quali uno opera, che Le garantisco nel mio caso non sono mai squallidamente politici, ma finalizzati SEMPRE a cercare di dare una risposta risolutiva ai problemi dei cittadini.<br />
Non ho mai scritto su un forum e dopo di oggi non lo farò più, ma in questo caso Lei ha messo in discussione il mio essere madre,donna,politica, i miei sentimenti, mi ha accusata pubblicamente di una cosa terribile in modo gratuito senza conoscermi nè contattarmi.<br />
Mi ha condannata a priori solo perchè appartengo ad una forza politica a Lei non gradita. Si è seduto sull\'alto scranno e da giudice ha emesso la sua sentenza senza nemmeno iniziare il processo.Non pensa che se c\'è qualcuno che si debba vergognare quella non sia io?<br />
Io continuerò la mia strada come ho sempre fatto con la passione e l\'impegno che ho sempre messo in tutto quello a cui credo, senza farmi intimorire da persone come Lei che sprecano il loro tempo a giudicare e criticare quello che gli altri fanno. Lei pensa che solo con le parole e le critiche si possono risolvere i problemi? Io no, penso che bisogna meno parlare e più fare. Questa è una delle tantissime differenze che ci sono tra me e Lei. Non ho mai avuto paura di dichiarare apertamente le mie idee mettendoci sempre la faccia e di prendermi le mie responsabilità, ma non siamo tutti uguali...Milva Magnani<br />

Sulla possibilità di ricavare uno spazio per gli autobus sacrificando una parte del giardino sono d\'accordo, credo che servirebbe a snellire il traffico su via D\'Aquino e indirettamente anche a prevenire incidenti.<br />
Dico indirettamente perchè alla base di tutto - e mi sembra che nel fervore abituale delle polemiche personali e di partito (come se le rotatorie avessero un colore politico) ce lo dimentichiamo tutti- c\'è il rispetto del Codice della Strada. Cosa che diventa ancora più importante proprio quando la viabilità è critica per oggettivi problemi strutturali che effettivamente in quella zona esistono. Tutto il progetto lì è criticabile, ma come ripeto, è una ragione in più per usare maggior prudenza.<br />
Invece tra gente che cambia corsia dentro le rotatorie senza segnalare (sarebbe obbligatorio), macchine che non accennano neanche a rallentare davanti alle strisce pedonali, biciclette che viaggiano sulla strada invece che sulle piste (con tutti i loro limiti sono più sicure), motorini che fanno lo slalom tra le macchine e potrei continuare, di incidenti ne continueremo a vedere molti, ho paura. E dopo la colpa è sempre di qualcun altro.<br />
Poi se leggiamo le polemiche politiche, c\'è chi il campus lo vorrebbe sulla luna, chi metterebbe i semafori sulle rotatorie, chi vorrebbe i vigili ad ogni incrocio ma quando si appostano con gli autovelox li carica di contumelie...

Signora gentilissima, continuo a pensare che quella di FI sia una indecente strumentalizzazione di un dramma. E lo penserei anche se l\'articolo l\'avesse scritto un\'altra parte politica. Forse sarebbe stata più credibile se avesse scritto come privata cittadina, senza simboli politici di sorta a cui fare propaganda. In quanto al \"nick\" che uso, rispetti anche lei le regole e non lanci insulti al vento: sui blog si fa così. Diverso è quando si mandano articoli che, infatti, firmo sempre con nome e cognome. E non sono mai articoli \"di parte\" o \"targati\", i miei. E sottolineo: \"i miei\".<br />
<br />
Buona attività politica, che le auguro lunga e proficua per i prossimi 15 anni.<br />
<br />
P.S. Da dove viene l\'idea che un cittadino dovrebbe conoscere lo stato di famiglia dei politici? Cos\'è, sono servitori delle Stato e dei cittadini, o rock star?

A me capita spesso di andare in bicicletta sulla strada anziché nelle piste ciclabili o nei marciapiedi ciclopedonabili.<br />
Andare su quei marciapiedi in bicicletta non sempre è possibile.<br />
<br />
Purtroppo la zona è stata progettata dimenticandosi delle biciclette. <br />

Marco D. età 17 anni

Ho apprezzato il suo commento sig.ra Magnani, sono uno studente di ragioneria e ogni giorno per entrare e uscire da scuola sono costretto a fare slalom immezzo ai veicoli perchè la sitazione in via d\'aquino, mi creda , è invivibile. ach\'io abito nell\'entroterra di senigallia e per arrivare nella strda provincviale arceviese ogni giorno rischio di essere ivestiro: la rotatoria di via Bruno è congestionata daimezzi pesanti che escono dalla A14 che non si fermano nemmeno per dare la precedenza e si immettono di traverso occupando tutte e due le corsie incvuranti di chi già si trov in rotatoria. Chi veramente sta strumentalizzando la morte di Checco sn questio signori che commentano tanto per dare aria alla bocca, è ora che si faccia qualche cosa di concreto, noiaveamo scioperato per la viabuilità, di piu nn possiamo fare, Lei inece che rappresenta e istituzioni ha l\'obbligo di non rendere vana questa tragedia. VADA AVANTI E FCCIA QUALCHE COSA DI CONCRETO, GLISTUDENTI SN CON VOI.

ludo165

Commento sconsigliato, leggilo comunque