Sanità: il coordinamento dei partiti della sinistra chiede un incontro alla Rsu ed Oo.ss.

medico 1' di lettura 25/04/2008 - I Gruppi Consiliari del Partito dei Comunisti Italiani, di Rifondazione Comunista, Sinistra Democratica e dei Verdi esprimono la propria preoccupazione per la situazione di disagio presente tra i lavoratori della sanità jesina.

I Gruppi Consiliari del Partito dei Comunisti Italiani, di Rifondazione Comunista, Sinistra Democratica e dei Verdi esprimono la propria preoccupazione per la situazione di malessere e di disagio presente tra i lavoratori della Sanità jesina, testimoniato dalla rottura delle relazioni sindacali tra RSU e Direzione di Zona, deliberata dalla più grande assemblea sindacale dei lavoratori della Sanità che si ricordi da molti anni. Riteniamo che il progetto di Ospedale modello che deve essere portato avanti dalla Direzione della Zona, per le sue difficili implicazioni organizzative e di sviluppo professionale, non possa e non debba fare a meno del contributo fattivo e riconoscibile dei lavoratori.



C’è un evidente e stridente contraddizione tra questa necessità e l’atteggiamento della Direzione di Zona, che costringe i lavoratori e le loro organizzazioni sindacali a forme di lotta estremamente decise in quanto non riescono ad ottenere relazioni sindacali soddisfacenti. Il coordinamento dei partiti della sinistra di Jesi chiede formalmente un incontro alla RSU ed alle OO.SS. della Sanità provinciale, al fine di conoscere dettagliatamente sia le motivazioni che hanno portato i lavoratori al conflitto sindacale in corso, sia il giudizio e le considerazioni dei lavoratori sul progetto \"Ospedale modello\", al fine di valutare eventuali iniziative istituzionali a sostegno della quantità e qualità dei Servizi sanitari nel nostro territorio.


dai Gruppi Consigliari PdCI, PRC, SD e Verdi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 26 aprile 2008 - 1025 letture

In questo articolo si parla di politica, medico