Pistoletto alla Rotonda per un sopralluogo in vista della seconda fase di Trasforma

pistoletto 04/05/2008 - Il celebre artista Michelangelo Pistoletto, presente nei più grandi musei e instancabile animatore della scena artistica internazionale dagli anni Sessanta a oggi, sarà a Senigallia lunedì 5 maggio per un sopralluogo alla Rotonda a mare, in vista della seconda fase di “Trasforma – Arte e città sostenibile”, evento d’arte contemporanea che si svolgerà alla dal 4 al 10 giugno 2008. Prestigiosa e importante la collaborazione tra “Trasforma” e “Cittadellarte - Fondazione Pistoletto”.


Sarà a Senigallia lunedì 5 maggio, per un sopralluogo, in vista della seconda fase di “Trasforma”, l’artista Michelangelo Pistoletto, instancabile animatore della scena artistica internazionale dagli anni Sessanta a oggi. Tra gli esponenti del movimento dell’Arte povera e famoso per i quadri specchianti, inesauribile nella ricerca artistica, noto in tutto il mondo con personali nei più grandi musei d’arte contemporanea, Leone d’Oro alla carriera alla Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea di Venezia, negli ultimi anni Michelangelo Pistoletto ha legato il suo nome al centro multiculturale e plurisettoriale “Cittadellarte - Fondazione Pistoletto” da lui fondato a Biella e al recente Love Difference, movimento artistico per una Politica InterMediterranea di cui è presidente. Proprio in questo senso, si attiva la importante collaborazione tra la città di Senigallia e la prestigiosa Fondazione Cittadellarte attraverso “Trasforma – arte e città sostenibile”, che si espliciterà nell’evento previsto dal 4 al 10 giugno 2008 alla Rotonda a Mare di Senigallia. Presto saranno resi noti i dettagli dell’importante collaborazione e dell’evento d’arte contemporanea in tutte le sue articolazioni.



Ad accogliere l\'artista Michelangelo Pistoletto durante il sopralluogo ci sarà l\'Assessore alla Cultura Velia Papa. La prima fase di “Trasforma” si è svolta dal 7 dicembre 2007 al 6 gennaio 2008 e ha appunto trasformato la magnifica architettura sulla spiaggia di velluto in vivace luogo d’arte contemporanea su tematiche legate alla sostenibilità. Gli artisti nazionali e internazionali invitati a partecipare hanno coinvolto il pubblico e il territorio in performance in prima assoluta o nazionale. Anche in questa seconda fase, saranno proposte e discusse pratiche artistiche che ispirano e producono cambiamento sociale responsabile attraverso idee e progetti creativi. L’evento “Trasforma” è legato al progetto Vapartec (acronimo per Valorizzazione del patrimonio architettonico, storico-culturale e linguistico letterario attraverso l’Arte Contemporanea), ideato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Senigallia nell’ambito del Nuovo Programma di Prossimità Adriatico Interreg/Cards-Phare e sviluppato in collaborazione con i partners Moving Culture (Albania), Translocal (Croazia) e Youth of Jazas Novi Sad (Serbia).



Trasforma – arte e città sostenibile” Questo progetto, come altri già intrapresi, si inserisce nel solco scelto ufficialmente dal Comune di Senigallia che mira a fare della città un luogo del contemporaneo e che in questo caso guarda alla direttrice europea della “prossimità adriatica”. La struttura della Rotonda a Mare per le sue caratteristiche (il disegno a conchiglia, le vetrate trasparenti, l’appoggio sulle acque, il radicamento alla terra ferma) si presta magnificamente all’obiettivo, confermandosi come un centro di incontro e di proiezione verso l’altro. Agganciata alla spiaggia di velluto e protesa verso il mare, la Rotonda attrae gli stimoli del bacino adriatico, dialogando in particolare con i paesi e le culture dell’area balcanica non a caso coinvolte come partner nel progetto, come Serbia, Albania, Croazia. Grazie a questo momento denominato “Trasforma – arte e città sostenibile” viene sottolineata la potenzialità della Rotonda come luogo dove le cose accadono, attraverso il linguaggio dell’arte contemporanea, prediligendo quella performativa, interattiva e rivolta a tematiche di sostenibilità ambientale.



Il visitatore viene pensato prima di tutto come cittadino che vive e si interroga e si impegna nel suo e per il suo territorio, che dunque interagisce e dà il suo contributo al mantenimento della qualità della vita urbana. Se il linguaggio scelto è quello dell’arte, i semi delle azioni artistiche proposte trovano terreno fertile nell’ambiente urbano che si prende cura di se stesso adesso, senza rimandare l’individuazione dei problemi e le decisioni importanti a un ipotetico domani.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 05 maggio 2008 - 3846 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia


<i>\"Il visitatore viene pensato prima di tutto come cittadino che vive e si interroga e si impegna nel suo e per il suo territorio\"</i>. Il cittadino l\'ha già fatto: si è interrogato e ha votato.<br />
<br />
Perché non mettere la rotonda a disposizione di chi con può permettersi una domenica al mare a Senigallia? Sdraio gratis e pizza di Mancinelli per tutti. Per i bambini ghiacciolo e gassosa. Una pacchia. Altro che le stronzate!

legittima richiesta

Mi può star bene che io vada alla Rotonda per dialogare con l\'Albania, la Croazia, la Serbia, insomma con l\'Oriente, attraverso l\'arte.<br />
Ma voglio prima sapere quanto mi costa urlare dalla rotonda verso la sponda opposta. Ripeto: QUANTO COSTA? La mostra dell\'inverno scorso non ha avuto echi grandi, anzi.... Allora assessore mi dica per favore quanto costa questo progetto. Io sono del parere che per le mostre di arte si possa spendere anche tanto, ma che poi ci sia un ritorno anche economico e di immagine. Fino ad ora ogni mostra organizzata alla rotonda si è rivelata un flop. Anche Arcevia con la mostra su Signorelli ci ha ampiamente superato, con recensioni su moltissime riviste e su tutti i giornali.Intanto, mi dica assessore Papa quanto costa questa Vapartec.<br />


il progetto complessivo dovrebbe costare sui 400.000 Euro, cifra mai smentita

legittima richiesta

Avevo creduto che la risposta fosse quella dell\'assessore, poi ho letto maddeche.<br />
Se la cifra è questa rispondo semplicemente: PAZZESCO. Se la cifra è questa io pretenderei le sue dimissioni.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ragazzi, basta! Governanti locali, intendo. 400mila euro? Ma siamo pazzi? Per favore, smettetela con la cura delle sole apparenze, stile cinematografaro da strapazzo alla Veltroni...!!! Io <b>non voglio essere governata dalla destra!</b> Datemi pure della disfattista o insultatemi in pubblico come già vi siete permessi di fare solo perché esprimevo la mia opinione, ma credetemi: gli zebedei della gente sono ormai mongolfiere!

Lini Lodo

La cifra di 400mila euro mi sembra esagerata, ma sono altrettanto sicuro che anche quando qualcuno si deciderà a dire la verità sul costo, quello che ho avuto modo di vedere e non capire - e penso di essere un utente medio - non li varrà lo stesso. Ma l\'assessore è ben protetta ed inserita nei circuiti della cultura di sinistra a servizio del potere... quindi tranquilli che la Rotonda rimarrà per pochi \"acculturati\" costretti a dire che quello che vedono è bellissimo...

enrico dignani

... chissà quanti argomenti\\bei discorsi intelligenti sa fare questo signore a proposito <br />
del Fare Degli Umani ... ARTE ... incanterà le <br />
nostre intelligenze torneremo a casa più educati <br />
dallo sciamano teorizzatore del Bello.<br />
<br />
Sarà così? <br />
Le fanciulle con lo scooter vogliono sapere.


ho controllato gli appunti: l\'operazione complessiva costa 400.000 Euro e il Comune di Senigallia contribuisce con 150.000 Euro<br />
<br />
c\'è una delibera della Giunta con questi importi

legittima richiesta

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Bello, Massimo?<br />
Bello for SINDACO a Senigallia

Avete capito perchè Alemanno ha stracciato Rutelli? Ma ci vuole molto per mandare a casa anche questi?

Marco

Smile Dice che non vuole essere governata dalla destra ma sa bene che la sinistra governa malissimo ormai da sempre in questa città; si lamenti sempre del partito democratico del quale fa parte.<br />
Ragioni per partito preso, è segno di poca apertura mentale o scherzi?<br />