La piaga di Velluto: l\'Assessore che tutti ci invidiavano

3' di lettura 18/05/2008 - A cinquanta giorni dalle dimissioni di Rebecchini, ancora non abbiamo un Assessore al Turismo e alle Attività produttive. Elezioni, nuovo Governo, arrivo dell\'estate, tutto è accaduto in fretta, tranne una nomina che, in una città che vive di turismo, potrebbe essere utile. E con una soluzione a portata di mano.

Con lo spirito d\'intrapresa (come direbbe Berlusconi) di un milanese, Luigi Cosmo Damiano Rebecchini ha tenuto l\'Assessorato al Turismo fino alla fine di marzo, presentando le sue dimissioni assieme all\'uscita dalla Maggioranza di Rifondazione Comunista. Iperattivo e curioso di tutto, Rebecchini, architetto, insegnante di Storia dell\'Arte e comunista, ha rotto tutti gli schemi legati ad una generazione di amministratori di sinistra, seriosi e accigliati, trovando un felice compromesso fra la lotta di classe e lotta nel fango, fra l\'essere e l\'apparire.

Una sera l\'ho visto, accigliato e pensoso, ad un dibattito pubblico con il senatore Russo Spena, al Vallone. Due ore dopo, vestito figo almeno come Costantino, l\'ho visto a Planet Moda in Piazza Roma, mentre premiava le miss. Il turismo è stata la sua missione per quasi tre anni, passati organizzando eventi, promuovendo la città e incontrando tutti i numerosi postulanti del settore, albergatori e bagnini, ognuno con la sua idea su come salvare il turismo a Senigallia. L\'ultima volta che l\'ho incrociato da Assessore, mi ha presentato il campionato italiano di sbandieratori che Senigallia ospiterà a settembre. Era tale il suo entusiasmo che per un po\' ho creduto che volesse convincermi ad ospitare una fase del campionato nel cortile di casa mia. E questo entusiasmo c\'era su tutto.

Paziente e disponibile, ha avuto parole di stima da tutti, tranne che dai colleghi di Maggioranza, forse infastiditi dalla sua capacità di aggregare e dialogare. La misura di questo distacco sufficiente nei suoi confronti (e anche il più grande cruccio di Rebecchini) si è avuta quando la gestione della Rotonda è stata affidata all\'Assessore alla Cultura, Velia Papa, che ha trasformato un formidabile strumento della città in un\'enclave per pochi intimi, un non-luogo che rifiuta il turista (e il cittadino) ignorando cosa abbia rappresentato la Rotonda a Senigallia per settant\'anni. Fortunatamente il più grande successo di Rebecchini, il Caterraduno, ha una capacità attrattiva che fa dimenticare le tristi avanguardie artistiche della Rotonda, le sue incomprensibili mostre sul corredo dei bar, i raduni gastrosofici, l\'incredibile biglietto d\'ingresso e l\'inaugurazione che si rinnova ogni anno, neanche fosse una cambiale.

Sostituire Rebecchini non è semplice: una Maggioranza composta da due soli partiti (fra cui uno cancellato dalle elezioni politiche) non riesce a trovare un valido sostituto, senza considerare che Rebecchini aveva pronto il programma dell\'estate 2008 già nel novembre scorso e il suo sostituto se lo trova già quasi pronto sulla scrivania. Ma i tempi della politica non hanno ritegno, si è liberata una poltrona e bisogna dosare tutto accuratamente, tanto più se il grosso del lavoro è stato fatto da uno che non ama lasciare incompiute.

Eppure c\'è una soluzione a portata di mano ed è ispirata al nuovo clima di concordia nazionale, altrimenti detto inciucismo. Facciamolo anche a Senigallia un inciucio: rimettiamo Rebecchini all\'Assessorato al Turismo, lui si fa firmare una liberatoria da Rifondazione e lo nominiamo Assessore esterno. In fondo abbiamo un sacco di dirigenti esterni che ci costano una montagna di soldi, ne abbiamo uno persino per gestire le due farmacie comunali, cosa volete che sia un Assessore esterno? Anche perchè Rebecchini aveva un altro pregio: costava poco, 447 Euro al mese.








Questo è un articolo pubblicato il 18-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 19 maggio 2008 - 11322 letture

In questo articolo si parla di attualità, la piaga di velluto, satira

Leggi gli altri articoli della rubrica lapiagadivelluto


Forse il più d\'accordo sarebbe proprio Rebecchini... ed i cittadini!<br />
Ma Rifondazione non vuole, i Verdi vogliono l\'urbanistica, il PD la vuol tenere perchè ha paura che i Verdi dopo la \"scomparsa\" delle politiche tornino a far gli ambientalisti davvero (a patto che si ricordino cosa vuol dire).<br />
E poi l\'urbanistica sarà affidata al delfino sulla rampa da lancio da sindaco...<br />
A meno che Guzzonato... Pare abbia messo per iscritto i mille buoni motivi per cui possa essere lui il \"lanciato\" attraverso l\'urbanistica per sostituire l\'Angeloni. Ha riunito anche gli ex centristi per dar peso allo scritto, ma la re-unione non gli funzionato... C\'erano pochi interessati... (8-otto)<br />
Comunque tranquilli! Sapremo tutto la prossima settimana e protremo così tornare a dormire tranquilli!

luigi rebecchini

Ringrazio prima di tutto Piaga di velluto per il buon giudizio che ha dato al mio operato. <br />
A orso rispondo che ho già spiegato le motivazioni delle mie dimissioni nell\'intervento tenuto nel consiglio comunale del 27 marzo, intervento che può ritrovare nel mio blog cosmorebec.blogspot.com. Non solo, aggiungo che era mia intenzione lasciare a dicembre al momento del bilancio e chi mi ha trattenuto è stato proprio il mio partito, con il quale ho un rapporto sempre più stretto e convinto.<br />
Ribadisco ancora una volta che non c\'erano da tempo le condizioni per continuare a stare in giunta. Fare il \"solista\" non era proprio più il caso. <br />
Cordialmente <br />

Pur di rivedere Rebecchini al suo (ex)assessorato, son disposto a fare anche una raccolta di firme!<br />
Lo ripeto fino alla noia, non mi sento rappresentato dalla sua parte politica: ma un uomo che fa un buon lavoro lo si apprezza indipendentemente dalla sfera poitica di appartenenza.<br />
A meno di trovarne uno altrettanto valido....

...si potrebbe fare una raccolta di firme a sostegno della ri-candidatura di Rebecchini ad assessore al turismo.<br />
<br />
...si potrebbe far partire un movimento di opinione forte e aggregante che \"costringa\" il PD e il centrosinistra senigalliese a fare le \"primarie davvero\" per la scelta del prossimo candidato sindaco.<br />
<br />
...si potrebbe andare in massa a votare alle primarie e scegliere Rebecchini candidato sindaco.<br />
<br />
...si potrebbe votarlo alle elezioni.<br />
<br />
...si potrebbe...

intervengo solo sulle proposte e sulla nuova moda senigalliese della raccolta firme...<br />
<br />
Siamo arrivati infatti ad un livello oramai incontenibile di qualunquismo, il quale costringe alle firme per qualsiasi problema e solo per essere ascoltati, ricevuti, porre all\'attenzione una questione senza saper comunque se qualcuno ti degna di risposta.<br />
<br />
Lo trovo sinceramente intollerante oltre che inopportuno.<br />
<br />
Ma perchè invece non si incomincia a studiare un altro tipo di \"sveglia\"???<br />
<br />
Parteciperei volentieri ad un punto di ascolto organizzato in centro città da elettori, simpatizzanti, politici attuali e ex-dirigenti TUTTI ESCLUSIVAMENTE DI SINISTRA E SOPRATTUTTO STANCHI DI UN MODO DI FARE DEL TUTTO INOPPORTUNO...<br />
<br />
Non c\'è più bisogno di critiche ed accuse (e qualche querela di contorno), c\'è solo da AVVISARE, RENDERE NOTO, che tante persone che hanno creduto nella sinistra, non solo sono confuse, ma comunque non sanno, non sono sicuri, di poter garantire ancora e per sempre quell\'elettorato di una volta...<br />
<br />
Secondo me una manifestazione di questo genere, garantita da una certa partecipazione, tutt\'altro che ideologica (non c\'è bisogno del supporto delle bandiere di Forza Italia nè di quelle del Che-Guevara...) ha assai più valore di tante raccolte firme...<br />
<br />
...a meno che non siano le raccolte firme di Grillo<br />
<br />
Stanco in vacanza a Senigallia<br />


Marinelli, non è una moda quella della raccolta firme, te lo dico come titolare di questo tipo di iniziative<br />
<br />
quando la politica è sorda rispetto a quello che avviene fuori, l\'unica arma è quella della raccolta firme, più l\'ambito è piccolo (una città) più ci sono speranze che l\'istanza sia intercettata e perlomeno compresa, se non accolta<br />
<br />
i punti di ascolto non esistono, la stragrande maggioranza dei Consiglieri Comunali non sa cosa voglia la città e naviga a vista, un\'Opposizione incapace di fare un percorso unitario, una Maggioranza che si crogiola in un sostegno che oggi più che mai può esser definito \"zoccolo duro\"<br />
<br />
a tutti gli altri resta la raccolta firme

Ho sempre apprezzato il lavoro di Rebecchini.<br />
E\' sicuramente suo il merito della rinascita turistica di Senigallia negli ultimi anni.<br />
Un professionista, assessore.<br />
Non il solito politico, assessore.

Ma guarda per esempio l\'Avv.Paradisi, più ne fa e più ottiene...che cosa??<br />
Forse otterrà un ritorno di consensi alle prossime elezioni comunali...ma come ho detto qui sopra, qui non si tratta di usare strumenti per vincere per i propri comodi come è successo il 14 Aprile, si tratta di dare un segnale forte e significativo di dissenzo...<br />
Prova a pensare se questa mia proposta venisse applicata una decina di volte in Piazza Roma da oggi alle prossime comunali...pensa anche a Beppe Grillo che prima della raccolta firme ha messo le basi ad una rivoluzione culturale che presto porterà i suoi frutti...<br />
Infine ti racconto questo...<br />
Si vocifera già il nome del prossimo candidato sindaco di Senigallia per parte del PDI...<br />
Tale personaggio l\'ho incontrato sabato scorso in tarda mattinata in una pasticceria di frazione in compagnia di un collega di partito che si stava sgranocchiando uno spuntino...<br />
La scena era essenziale per capire il soggetto:<br />
telefonino all\'orecchio, atteggiamento euforico gironzolando per il locale minacciando a voce alta (manco fossimo a casa sua...) querele e denunce con frasi del tipo \"adesso gliela faccio vedere io, sai che a me ci vuole poco per passare ai fatti...\", poi si adagia sulla porta occupando con il braccio e la gamba il telaio ed impendendo il passaggio dei clienti di tale attività tanto che per uscire ho dovuto aspettare che si rendesse conto che stavo aspettando lui col vassoio in mano affinche liberasse l\'uscio...<br />
<br />
Ti bastano queste mie precisazioni?<br />
<br />
Stanco in vacanza a senigallia

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque