<| /yobee 2>

I contadini piantano i borlotti, il Comune i boschi!

boschi 2' di lettura 30/06/2008 - Nella seduta del consiglio comunale del 25 giugno il sindaco ci ha comunicato che il Comune, insieme all\'ENI e alla Walt Disney, in queste settimane ha realizzato, presso il parco della Cesanella, il Bosco di Topolino.

Sotto la supervisione degli uffici comunali sono stati piantati, in occasione del CaterRaduno, circa 800 piccoli alberi.

Secondo il primo cittadino questa operazione determinerà la creazione di un polmone verde all\'interno della nostra città e permetterà di evitare, seppur in piccola misura, il surriscaldamento globale del pianeta e risparmiare energia. Chi avrà scritto o dettato queste fesserie? Con questa operazione, ai bambini, abbiamo insegnato esattamente il contrario di quello che la nostra e la loro generazione deve fare al fine di rispettare le più elementari esigenze delle piante e contrastare, con i fatti, l\'effetto serra del pianeta. Così facendo, state certi, è maggiore la quantità di ossigeno consumata rispetto a quella prodotta (le piante secche non producono ossigeno ma lo hanno consumato per tutti i lavori inutili effettuati).


Chissà se i supervisori comunali (speriamo che tra questi, almeno non ci sia anche il vincitore del concorso presso l\'ufficio ambiente) si sono mai chiesti del perché i contadini ( notoriamente molti attenti al proprio portafoglio) a giugno piantano i Borlotti mentre i Boschi li impiantano in autunno o a inizio primavera. Il problema deriva appunto dall\'elevato numero di fallanze (percentuale di piante che muoiono) che l\'impianto, all\'inizio dell\'estate, determina. Questo perché le foglie delle piante perdono acqua (nello stesso modo con cui noi sudiamo) ma le radici (ancora poco sviluppate) non sono generalmente in grado di \"bere\" l\'acqua che la pianta perde per \"sudore\" (tecnicamente si dice traspirazione). Più la pianta è grande (e quindi maggiore è la traspirazione) e peggio è.


Se qualche lettore avrà la curiosità di andare a vedere la \"porcata\" potrà anche notare che il terreno è pieno di calcinacci (da dove sono provenuti?) e che l\'irrigazione, in certi casi, è stata effettuata anche in punti lontani dalle radici delle piante (è come se noi, quanto abbiamo un\'enorme sete, invece di bere ci bagniamo i piedi).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 giugno 2008 - 4974 letture

In questo articolo si parla di forza italia, floriano schiavoni, politica, senigallia, boschi





logoEV