Raccolta differenziata: Rossi e Berardinelli attaccano

immondizia 2' di lettura 02/07/2008 - \"Uno spettacolo indegno quello che subiscono da mesi i senigalliesi e i turisti che si soggiornano nella nostra città\".

Alle ore 22,00 il marciapiede del lungomare Marconi che va dal porto al ponte rosso (oltre non siamo arrivati per il disgusto e l’amarezza che ci hanno pervaso fortemente!) è totalmente invaso da immondizia che straborda e cade dai bidoni della raccolta differenziata. Una situazione non più tollerabile. Le foto si commentano da sole e dimostrano il totale fallimento della pessima macchina organizzativa Comunale circa il servizio di raccolta “porta porta” che il Comune ha introdotto nei mesi scorsi senza valutare appieno le modalità di stoccaggio dei rifiuti , soprattutto in quelle zone che rappresentano l’immagine e quindi il biglietto da visita di Senigallia.

Già nei mesi scorsi avevamo denunciato, prontamente, l’invasione dei rifiuti nel centro storico, l’assessore competente rassicurava i cittadini chiedendo ancora del tempo per mandare a pieno regime la macchina operativa della raccolta differenziata. La stagione estiva è già decollata , ma la situazione non cambia, anzi peggiora! Emerge in maniera dirompente, una realtà non commentabile; un lungomare sommerso da spazzatura; rifiuti che emanano un olezzo nauseabondo e liquami che colando sui i marciapiedi, macchiando il selciato. In alcune vie laterali i bidoni della differenziata mancano, (vedi via Ugo Bassi) in altre non sono sufficienti, quelli pubblici presenti nei marciapiedi, invece , non differenziano i rifiuti, ci si chiede se questi ultimi, poi, vengano ritirati singolarmente o smaltiti con gli altri, come in un “minestrone surriscaldato”.

Certamente questa è una pessima presentazione di una città che vanta la “ Bandiera Blu”. I pochi turisti tedeschi, ormai orientati verso altre mete limitrofe che offrono certamente servizi migliori, guardano allibiti e mentre scattavamo le foto che documentano questo scempio, uno di loro esordiva, commentando, ”Napoli!” .

da Niccolò Rossi e Donatella Berardinelli
Forza Italia-Popolo della Libertà






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 02 luglio 2008 - 4792 letture

In questo articolo si parla di attualità, forza italia, niccolò rossi, lungomare, senigallia, donatella berardinelli, Popolo delle Libertà, immondizia


Solo critiche e niente proposte ... così sono bravo anche io a far poilitica ...

Adesso va di moda sta cosa che se uno vede un sacchetto fuori da un cassonetto fa la foto, la manda ai giornali e la spaccia situazione d\'emergenza e la presenta come cosa indecorosa.<br />
<br />
Avverto una leggerissima forzatura (e potrei dire di peggio per rispetto di quello che succede a Napoli).<br />
<br />
I problemi di Senigallia vanno cercati altrove.<br />
<br />
Nei soldi ad esempio.<br />
<br />
Alludo a quei 2 milioncini che dovrebbero stare in cassa (magari per passare una volta in più a raccogliere la monnezza) e invece andranno a finire in altre casse. Quella di un\'azienda che li prenderà e scapperà.<br />
Il tutto per colpa di qualcuno ben stipendiato (sempre di soldi si tratta) che si distrae (o che ci marcia).

rambo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

rambo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Abbiamo scattato una decina di foto in diversi punti. Viveresenigallia ha riportato alcune di queste per motivi giornalistici, se vuol vedere la spazzatura strabordate mi comunichi la sua mail che le giro l\'intera documentazione fotografica.<br />
Saluti

Negli ultimi mesi ho commentato più volte in merito a questo argomento. In giro per la città (ovunque) si potrebbero fotografare situazioni simili. La spazzatura è lasciata fuori dai bidoni, la raccolta non nè costante, nè fatta con criterio.<br />
Noto, però, da parte del cittadino la volontà di differenziare.<br />
Su questo portale ho accusato più volte il Cir33 e ho ricevuto un richiamo ufficiale (tramite comunicazione privata) dall\'Assllpp.<br />
A questo punto, per la differenziata, nelle zone più critiche, sostituiamo i piccoli bidoni, con cassonetti. Differenziati nel colore.<br />
<br />
<br />

cesare

Commento sconsigliato, leggilo comunque

La sua è sicuramente una proposta ragionevole, anche noi l\'avevamo consigliata negli altri interventi che abbiamo fatto sulla stampa nei mesi scorsi.<br />
Vi assicuro che passeggiare con bidoni, bidoncini, sacchetti di spzzatura posti al lato del lungomare non è affatto piacevole sia per noi cittadini che per i turisti che restano allibiti.<br />
Nei punti nevralgici della movida estiva (vedi il lungomare) dislocare dei bidoni in punti meno visibili sarebbe certamente una soluzione poco onerosa che permetterebbe di ottimizzare comunque i benefici della raccolta differenziata. Che differenziare la spazzatura sia una cosa positiva nessuno la mette in dubbio, ma dover convivere con l\'immondizia non mi sembra giusto. provate ad andare in altre realtà turistiche limitrofe che effettuano la raccolta differenziata, non vedrete mai bidoni sparsi dappertutto, hanno dei punti di stoccaggio, dove il cittadino deposita i rifiuti e per di più hanno operatori ecologici che puliscono anche di sera e svuotano i bidoni pubblici. Invito Michele Pinto a pubblicare la foto del bidone nei pressi della rotonda che straborda di rifiuti.<br />
I liquami ci sono soprattutto nei giorni che si ritira l\'organico, purtroppo i sacchettini biodegradabili perdono liquido.<br />
saluti<br />
Niccolò Rossi<br />

Vorrei farvi riflettere anche su un altro probblema. Io ho un bambino di 10 mesi e abito per lo stradone misa. Tutti i giorni, soprattutto in quelli in cui si ritira la plastica, non essendoci i bidoni trovo per la mia via sacchi gialli pieni di materiale plastico dislocati per il marcipiede.<br />
L\'altra sera sono uscito con mio figlio sul passeggino, non riuscivo a camminare sul marciapiede che era pieno di sacchetti, dovevo fare lo slalom tra l\'immondizia e salire e scendere dal marciapiede e percorrere la carreggiata, rischiando di essere investito dalle macchine che sfrecciano sulla mia strada. <br />
Vi sembra possibile e tollerabile tutto ciò? Ribadisco che differenziare è una cosa giustissima, nessuno lo mette in dubbio , ma bisogna farlo in modo da non creare probblemi ai cittadini.<br />
Saluti<br />
Niccolò Rossi

Lei ha ragione.<br />
Con il vento, poi, i sacchetti volano in mezzo alla strada... ed è immaginabile il risultato.<br />
Il cittadino differenzia, il Cir33 sporca.<br />




logoEV