Festa del PD: dibattito \'Nel mondo tante guerre\' con Caraceni e Pegoli

15/07/2008 - Martedì sera alle 21,30, nello spazio dibattiti della Festa del Partito Democratico, iniziativa dal titolo \"Nel mondo tante guerre...\" a cui parteciperà Daniele Caraceni che porterà la sua esperienza di volontario di Emercency nel fronteggiare le emergenze sanitarie nell\'ambito dei conflitti contemporanei.

Interverrà il noto fotoreperter Giorgio Pegoli che commenterà immagini toccanti e filmati dei suoi reportages nelle zone di guerra. Modererà il dibattito Sonia Gregorini della Segreteria PD Senigallia.


Per l\'occasione è stata allestita nello spazio della Festa una mostra fotografica dal titolo \"URLA NEL SILENZIO\" dove il fotoreporter Pegoli espone le foto più emblematiche dei suoi viaggi nei teatri di guerra di tutto il mondo.


Queste iniziative sono volte a rappresentare e ribadire una ferma condanna del Partito Democratico verso ogni forma di guerra e violenza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 15 luglio 2008 - 3623 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, pd Senigallia


Sono d\'accordo. Andiamo tutti a farci prendere le impronte digitali? E\' previsto un \"banchetto\" all\'uopo predisposto a margine del dibattito?

Il suo sarcasmo se lo tenga...NO COMMENT, non spreco più tempo utile per risponderle, non merita!<br />
Di certo se avesse avuto un \"posticino\"nella Segreteria Pd tutto questo disprezzo non l\'avrebbe provato!<br />
non è cosi che si fa Politica, chiaro?

Off-topic

Mao... basta un po\' di bicarbonato, lo sa? Lo trova pure alla Coop. E costa pochi \"euri\". Se non ne disponesse, me lo faccia sapere: gliene lascio una bustina da Michele. Come opera di volontariato.

enrico dignani

.. la signora Mariangela sembra l\'unica che <br />
si occupa e preoccupa del probabile a proposito<br />
del Partito Democratico .. cosi sembra.

Non entro nel merito della polemica con la sig.ra Paradisi, sa rispondere da sola, vorrei solo farti notare che nella segreteria del PD c\'è entrato solo chi doveva entrarci. Alla faccia della consultazione pseudo aperta. Gli è che è tutto da rifare, avrebbe detto un noto ciclista democristiano, perchè questo partito,e te lo dice uno che ha voluto crederci fino all\'ultimo, assomiglia molto ad un aborto. Meglio ripensarlo, eliminando però tutti i notabili che fanno il loro gioco, a volte sporco, per mantenere il potere.