Ostra Vetere: l\'opposizione attacca, Bello si improvvisa tecnico

ostra vetere 15/07/2008 - Dopo aver assistito, nel corso dell’anno 2007, alla vendita di due edifici, ex-scuole rurali ed alla contrazione di un mutuo ventennale a tasso variabile di 80.000 €, per coprire soltanto una parte dei debiti dichiarati dall’Amministrazione, vediamo che il conto consuntivo 2007 chiude con 783 € di avanzo, “grazie” alla certificazione delle Entrate tributarie da mantenere residue firmata dal Sindaco che, per l’occasione, si improvvisa tecnico.

Con un atto a sé, di sette giorni posteriore rispetto al primo con il quale sono stati riaccertati i residui attivi e passivi di tutti gli altri servizi, il Sindaco in persona firma il riaccertamento dei residui dell’area Tributi.

Due atti distinti a distanza di sette giorni uno dall’altro. Sette giorni in cui qualcosa deve pur essere successo, perché la certificazione non è stata firmata dalla responsabile a sua volta incaricata dal Sindaco o dalla sua sostituta, ma dal Sindaco stesso che, giusto per l’occasione, le ha revocato la responsabilità e si è firmato il documento necessario per far quadrare i conti. Documento firmato da un politico, non da un tecnico esperto in materia.

La misera giustificazione apportata è quella del risparmio economico (quantificabile in appena 1700 € circa). Motivazione che non regge affatto, visto che solo pochi mesi fa il Sindaco ha addirittura aumentato il numero delle Aree di Responsabilità e che il risparmio si poteva realizzare semplicemente con la firma della sostituta oppure, per un risparmio addirittura maggiore, si poteva revocare, ormai dopo quattro anni, l’incarico al consulente economico finanziario del Sindaco. Potremmo anche entrare nel merito della discutibile procedura adottata per la redazione degli atti stessi ed i dubbi aumenterebbero ancora, ma soffermiamoci su quello che, secondo noi, è il vero motivo che sta alla base di tutto ciò.

Tante volte, a partire da giugno 2005, abbiamo chiesto la documentazione atta a dimostrare l’effettiva consistenza dei residui in entrata, in particolare quelli dell’ICI, poiché costituiscono le somme di maggiore entità nell’area tributi, ma mai, nemmeno con una mozione in consiglio comunale e neanche a seguito delle richieste fatte prima e durante l’ultimo consiglio comunale, l’Amministrazione ci ha consegnato le “pezze d’appoggio” per dimostrare l’effettivo credito di circa 272.000 € (stando a quanto sottoscritto dal Sindaco). L’unica situazione ricevuta risale al giugno 2005 e già quella, seppure parziale, non lasciava dubbi sul fatto che le somme indicate in entrata in bilancio erano esagerate e non rispecchiavano la realtà.

Il Sindaco, anziché fornire la documentazione richiesta in modo da togliere ogni dubbio, si rivolge alla minoranza, con il solito atteggiamento offensivo, parlando di tutt’altro, senza rispondere alle precise richieste. Ma se davvero la situazione economico-finanziaria è sana, se quelle centinaia di migliaia di euro che lui sottoscrive davvero devono entrare nelle casse del comune di Ostra Vetere, non ci sarebbero difficoltà a fornire le “pezze d’appoggio” che la minoranza ha richiesto.

Purtroppo la realtà è queste pezze d’appoggio non ci sono perché gran parte di quelle entrate non si realizzeranno mai e quindi, è evidente che già soltanto questo invalida l’intero rendiconto finanziario del 2007 e il provvedimento adottato deriva dal fatto che nessuna delle incaricate si è assunta la responsabilità di accertare quei residui, quindi il Sindaco, per evitare un pesante disavanzo di bilancio, si è assunto lui stesso la responsabilità. Ci sono inoltre altre situazioni che determinano un ulteriore aggravamento della situazione economico-finanziaria, per non parlare del pesante indebitamento che in questo scorcio finale di legislatura questa Amministrazione sta attuando. Indebitamento che sarà causa di un ingessamento vero e proprio del bilancio e di un ulteriore aggravio del prelievo fiscale sui cittadini.

da I consiglieri della lista Per Ostra Vetere




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 15 luglio 2008 - 2692 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere, massimo bello, politica, per ostra vetere


Però vi ha messo le telecamere, ha firmato il Patto per la sicurezza con la prefettura, vuoi mettere?

S.M.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

va tranquillo S.M. poco mancherà all\'evento o forse venderà anche una fetta di campanile e cupola