Casagrande: Francesca meritava di vivere

patrizia casagrande 20/07/2008 - “Era una donna dolce e sorridente, Francesca meritava di vivere per trasmettere questo messaggio.” Anche la presidente della Provincia Patrizia Casagrande è stata colpita dalla vicenda dell\'omicidio Lorenzetti.

Lei, senigalliese doc, Francesca la conosceva molto bene. “Era una donna straordinaria -spiega la Casagrande- e come lei anche i suoi figli lo sono. Meritava di vivere proprio per questo, per portare a tutti il messaggio di serenità che trasmetteva. È impressionante l\'umanità che traspare da questa vicenda, soprattutto da parte della famiglia.

Al funerale la Casagrande, prima dell\'inizio della funzione ha salutato tutta la famiglia di Francesca Lorenzetti con un lungo abbraccio. “Quello che viene a galla da questa terribile vicenda è la violenza. Oramai la ritroviamo nei luoghi dove dovremmo sentirci più sicuri. Nell\'infanzia e nel mondo femminile. Questa situazione mi trasmette molta inquietudine. Siamo sempre convinti che fatti di tale violenza accadono lontani da noi, quando poi ci ritroviamo a fare i conti con la realtà ci rendiamo conto della situazione. Come in questo caso, qui a Senigallia, dove tutti ci conosciamo.





Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 luglio 2008 - 1096 letture

In questo articolo si parla di attualità, riccardo silvi, patrizia casagrande


La signora Casagrande poteva risparmiarci il suo presenzialismo sui quotidiani in relazione a questa terribile vicenda. Poteva limitarsi ad una lettera privata ai famigliari che dice di conoscere così bene. La voglia di apparire della politica dovrebbe trovare un limite nel buon gusto. E poi la signora Casagrande dice delle banalità. C\'è forse qualcuno su questa terra che non merita di vivere?

Sottoscrivo in pieno! Ormai gente come questa non ha limiti alla decenza. Vergogna!

Almeno due parole le ha dette, a differenza del sindaco. Non si tratta di politica stavolta, visto che appartengono alla stessa coalizione, ma di sensibilità personale.

Ma ragazzi state esagerando però... <br />
L\'anno scorso a Scapezzano ha presenziato e parlato Il Sindaco in occasione dei funerali delle persone coinvolte nell\'incidente stradale a Sharm..nessuno si è azzardato a dire che era un modo per mettersi in vista, anzi il sindaco è stato molto apprezzato per il discorso che ha fatto.<br />
Basta con questi veleni. Io credo che nessuno possa sfruttare un avvenimento del genere per mettersi in mostra, umanamente parlando.

Sono daccordo con Chiara.<br />
Magari la Casagrande è un amica di famiglia mentre il Sindaco no e da qui derivano i due approcci diversi alla vicenda....poi ieri c\'era qualcun\'altro che criticava il Sindaco esattamente per non essere stato presente....non siamo mai contenti!<br />

Sono d\'accordo con Obelix, se veramente la Casagrande avesse voluto partecipare al dolore dei famigliari avrebbe potuto farlo in privato. Il sospetto che per apparire qualunque motivo è buono, balza fuori evidente.<br />
Bene ha fatto il Sindaco a chiamarsi fuori, anche perchè ai tempi della disgrazia di Sharm qualcuno aveva avanzato le stesse perplessità.<br />

reputo ingeneroso e miope qualunque commento sulla mia partecipazione al funerale di Francesca. la mia era una partecipazione del tutto privata. non indossavo la fascia di presidente come tutti avranno notato. ho partecipato con la mia famiglia al funerale di una cara conoscente: con mio marito, mio figlio, mio cognato, mia nipote, le figlie di mio marito e tutti i loro bimbi. in tutto 6 nipoti. ma proprio a nessuno è passato per la testa che fosse qualcosa di diverso una partecipazione così nutrita di due famiglie che si stringono ad una altra famiglia così provata? diverso voleva essere e sarebbe stato senza le cattiverie che arrivano gratuite e se posso dire alquanto inopportune. o debbo spiegare anche in casi come questi se sono lì a che titolo o con quale parentela? e se l\'avessi fatto, quanto sarebbe stato strumentalizzato? per non dire dell\'intervista di Silvi caduta in un pomeriggio mesto e fatta al telefono e rilasciata solo per consentire il diritto al giornalista di chiedere. vi prego, per noi tutti e per i figli di Francesca ma anche per Marco, il fratello, nostro genero, un po\' più di umiltà e anche un pò di buon senso. se non vi piacciono i politici, pazienza, ma non usateci per scrivere ogni volta che volete, magari ferendo persone che hanno già sofferto abbastanza, e non parlo di me.<br />
<br />
Patrizia Casagrande