Chiaravalle: l\'opposizione, su largo Fabio Filzi nessun dialogo

Chiaravalle 28/07/2008 - “La cosiddetta rotatoria che l’assessore ai lavori pubblici si intestardisce a voler realizzare in largo Fabio Filzi, nel rione storico delle Capanne, dimostra quanto sia miope e arrogante l’atteggiamento dell’assessore Moscatelli”. Gianluca Fenucci, Claudio Bolletta, Antonio De Angelis, Giovanni Larici, consiglieri comunali del Pdl, commentano così la situazione che coinvolge uno dei luoghi storici di Chiaravalle, “piazza Padella”, ora largo Filzi.

Non c’è stato alcun confronto in consiglio comunale – dicono Fenucci, De Angelis, Bolletta, Larici - e l’assessore sta andando contro le volontà degli abitanti della zona, dando dimostrazione di scarsa capacità di coordinamento ed offendendo le più elementari regole di democrazia e di partecipazione. Moscatelli tenta con sistemi autoritari di plagiare alcuni residenti del quartiere imponendo la propria volontà non suffragata né da valutazione tecniche né tanto meno da sensibilità sociale, nel momento in cui si vuol profanare una delle più antiche e storiche piazze di Chiaravalle”.

L’assessore Moscatelli – rincarano la dose i consiglieri del Pdl – ha infatti convocato nella sede comunale una strana assemblea “ad invito” alla quale, secondo lui, avrebbe dovuto partecipare solo chi era stato espressamente invitato da Moscatelli. La presenza, invece, di rappresentanti della società civile chiaravallese e del consigliere comunale del Pdl, Giovanni Larici, ha scatenato la reazione autoritaria dell’assessore che si è rifiutato di parlare in presenza di “estranei”, così come egli stesso ha affermato.

Questa inusitata manifestazione di intolleranza politica e civile ha tuttavia sortito gli effetti contrari a quelli da lui desiderati. Infatti tutti i partecipanti hanno unanimemente deciso che in assenza di coloro che l’assessore Moscatelli dichiarava essere intrusi, la riunione non aveva motivo di continuare. Pertanto tutti i presenti si sono alzati e sono usciti dalla sala decretando la fine della farsa indetta dall’assessore.

Ci chiediamo
– concludono i quattro consiglieri comunali del Pdl – se questa posizione politica e questo atteggiamento arrogante assunti dall’assessore siano condivisi dalla giunta e dal sindaco Montali!”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 28 luglio 2008 - 1388 letture

In questo articolo si parla di chiaravalle, politica, pdl, Mauda Cardellini, largo Fabio Filzi