Muore per un salto in moto

motocross 04/08/2008 - Non ce l’ha fatta Simone Bucci, il motociclista di 34 anni che nel pomeriggio si sabato è rimasto coinvolto in uno scontro sulla pista di motocross di via Acquasanta.

Il giovane, residente nel pesarese a Mombaroccio, sposato e da pochi mesi padre di un bambino, nonostante gli sforzi dei medici di Torrette si è spento nella serata di sabato.

Bucci proprio sabato aveva deciso di festeggiare il suo compleanno insieme a due amici con i quali coltivava la passione per le moto. Iscritto al motoclub Benelli di Pesaro e in possesso del regolare permesso per girare in pista era partito con l’auto e il relativo carrello per trasportare la moto fino a Jesi.

Con gli altri due compagni aveva iniziato a girare in pista fino ad un salto che si è rivelato fatale. Il 34enne è caduto. Uno dei motociclisti gli è rovinato sopra con la moto. Le sue condizioni si sono mostrate gravissime fin da subito. Un trauma addominale che aveva provocato una tremenda emorragia interna.
Il giovane è spirato attorno alle 22.45 in sala operatoria.

Ora la salma si trova nella camera mortuaria dell’ospedale di Torrette. Lunedì mattina sarà sottoposta ad un’ispezione esterna, poi potrà essere restituita ai familiari.

I carabinieri di Monte San Vito, su disposizione del magistrato, hanno sequestrato le moto coinvolte mentre la pista dell’Acquasanta non è stata interessata da nessun provvedimento. Nella giornata di ieri ad ogni modo, in segno di lutto per quanto avvenuto, i responsabili del motoclub Leone Rampante di Jesi che gestiscono l’impianto, hanno osservato un giorno di chiusura.





Questo è un articolo pubblicato il 04-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 04 agosto 2008 - 1659 letture

In questo articolo si parla di cronaca, incidente, jesi, marco catalani, motocross





logoEV