Ostra Vetere: \'Letture al Chiostro\', presentato il libro di Vincenzo Oliveri

bello e olivieri 06/08/2008 - Un titolo originale e curioso, quello del libro scritto dal giornalista del Corriere Adriatico, Vincenzo Oliveri, presentato nei giorni scorsi nell’affascinante cornice dell’ex Palazzo Marulli situato nel cuore del centro storico di Ostra Vetere, alla presenza dell’autore e del Sindaco Massimo Bello, che ha illustrato al pubblico l’iniziativa “Letture al Chiostro” contenuta nel cartellone estivo “I Mille Colori dell’Estate”.

“Dal sigaro alla giada. Uomini Sogni Imprese”, questo è il titolo del primo lavoro letterario di Oliveri, in cui egli ha voluto raccogliere gli articoli apparsi nelle pagine centrali del quotidiano delle Marche della domenica. Una serie di articoli puntuali nel porre l’attenzione su protagonisti e vicende della nostra regione con garbo ed efficace approfondimento, con stile sobrio, ma non privo di evidente passione da parte dell’autore per le tante storie che nelle Marche vivono o da cui traggono origine.



La qualità della scrittura rende la raccolta godibilissima e, al pari di un romanzo o di un giallo assai coinvolgente per il quale si ha voglia di arrivare in fondo alla lettura senza pause, si rimane rapiti dalle tante curiosità che ogni articolo contiene, dal percorso fluido che Oliveri consente di realizzare attraverso straordinarie esperienze di vita, d’impresa e di territorio ritratte con sagacia e cura del dettaglio.



“Dal sigaro alla giada” si propone come spazio privilegiato in cui scoprire e custodire una rappresentazione davvero originale delle Marche, un punto di vista espresso con rigore di cronista, ma anche con la partecipazione emotiva di chi ama raccontare tradizioni, luoghi, valori e talenti emblematici della regione italiana “al plurale”, che è capace di eccellere nel mondo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 agosto 2008 - 6009 letture

In questo articolo si parla di cultura, ostra vetere, comune di ostra vetere, bello e olivieri


Commento sconsigliato, leggilo comunque

Off-topic

La censura del commento sopra è degna del sindaco Angeloni

Off-topic

A parte il fatto che non è censura, perché chiunque registrandosi può leggere, il tuo commento è diffamatorio.

No no, ho detto la verità. <br />
La verità non è diffamatoria.<br />
E poi non è giusto che nella pagina appaia che ci sono 0 commenti.<br />
Se vuoi oscurali, ma deve figurare che ci sono 4 commenti (con questo), altrimenti nessuno clicca per andarli a leggere

La verità va provata.<br />
Comunque il commento è diffamatorio per l\'aggettivo che hai dato all\'Angeloni.<br />
Vero o no in tribunale perderesti e lo sai bene.<br />
<br />
Il software conta solo i commenti approvati, mi dispiace.

Le prove ce l\'ho quindi non ci sono problemi

Allora mandamele così faccio un articolo.

Non sono mai d\'accordo con Melgaco, non sono fascista, ma scusa, fascista non è un aggettivo diffamatorio. Fascista è uno stile di vita, è una mentalità, un modo di vivere la politica, ma certo non è diffamatorio. Per il resto non so.

E non pensi che il sindaco ritenga ingiurioso abbinare a lei quel modo di vivere la politica?

Chiedi allo stesso Oliveri.<br />
Ma basterebbe fare 1+1 chiedendosi: come mai Oliveri che è la firma principale del Corriere (esclusa la caposervizio) non partecipa mai alle conferenze in Comune e non scrive mai delle vicende dell\'amministrazione comunale?

Ho chiesto oggi, attendo risposta.