Pesca: a tutti buon ferragosto

pesca 13/08/2008 - Lucio Santoni, socio mosca-club-vallesina e membro della consulta sulla pesca della provincia di Ancona come rappresentante del wwf augura a tutti i pescatori un buon ferragosto e ricorda che a settembre riapriranno i colloqui con le varie associazioni per concordare una linea politica sulla pesca che trovi ampio consenso tra le varie categorie oltre a soddisfare le esigenze ambientali dei nostri fiumi messi a dura prova da scellerate normative che hanno caratterizzato, per molti anni, la politica ambientale fluviale.

Confidando sul buonsenso dei pescatori per le future proposte piscatorie, vi informo che la situazione del patrimonio idrico,e quindi l\'acqua che scorrerà nei fiumi, potrebbe subire un pericoloso scossone, tale, secondo me, da annientare interi ecosistemi.


Se il progetto di Multiservizi andrà in porto e quindi altre sorgenti saranno captate, per soddisfare le esigenze dei nostri \"diportisti\", dovremo dire addio non solo ai fiumi ma anche alle scorte di acqua potabile. Su questo tema, per fortuna e su sollecitazione del Cantiere AltreMarche, alcune forze politiche, sia regionali che locali, si stanno movendo, ma credo che ognuno di noi dovrebbe dare il proprio contributo per rendere più pesante l\'azione di contrasto ad una politica di aggressione del territorio che non conosce limiti.


da Lucio Santoni
conoscitore e difensore degli ecosistemi fluviali




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 13 agosto 2008 - 1188 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesca, Lucio Santoni


Stefano Breccia

Un personale elogio a Lucio Santoni per l\'impegno messo verso la salvaguerdia del patrimonio idrico.<br />
Purtroppo oggi allalarme dei prelievi indiscriminati si sono aggiunte le massicce domande di autorizzazioni al prelievo di acque pubbliche al fine di produrre idroenergia da vendere a caro prezzo all\'Enel in base ai certificati verdi o \"buoni verdi\" che creeranno innumerovoli problemi ai nostri fiumi.<br />
Da cio\' occorre una sensibilizzazione da parte di tutti per contrastare interessi puramenti economici,ed impedire la scomparsa del torrente con la fruizione ricreativa a lui connessa, con le conseguenze immaginabili per appassionati di pesca e fruitori in genere degli ambienti acquatici con ripercussioni all\'apppoto turistico nella nostra Provincia.