Mancini: \'case popolari nel centro storico\'

Roberto Mancini 20/08/2008 - \"La prossima settimana il Consiglio Comunale sarà chiamato a decidere sul Piano Cervellati ovvero sul futuro assetto del Centro Storico, questione che avremmo preferito discutere non in piena estate ma in un altro momento, più consono all’attenzione che un problema così importante senza dubbio merita\".

Il Piano Particolareggiato del Centro Storico arriva in Consiglio dopo diversi anni dall’avvio della sua elaborazione ed anche piuttosto modificato, così come è cambiato il clima politico cittadino e le scelte in materia di urbanistica: da una impostazione attenta agli equilibri del territorio, al paesaggio, alla cultura, tipica del Prof. Bertolini (primo assessore all’Urbanistica del governo Angeloni), si è tornati all’amore per il mattone degli assessori Campanile e Mangialardi (vedi variante Arceviese).


In questa sede, comunque, non intendo trattare dell’insieme del Piano Cervellati, ma di un suo obiettivo centrale - il recupero di residenza nel Centro - che ho fatto oggetto di una apposita mozione.


A questo proposito, il Piano prevede di rialzare quegli edifici “scapitozzati” dal terremoto, operazione di non facile realizzazione, oppure di ricostruire alloggi in alcuni spazi vuoti del Centro, scelta praticabile e condivisibile (ma non per Piazza Simoncelli).

Però, le tendenze del mercato immobiliare ci permettono di prevedere che le nuove abitazioni che si riuscirà ad edificare resteranno probabilmente vuote, costituendo solo un’occasione di investimento, oppure saranno abitate solo d’estate come seconde case, fatti che determinerebbero il fallimento dello spirito originario del Piano.

Quindi, se si vuole ripristinare la residenza nel centro, occorre legare questo obiettivo con l’edilizia agevolata a favore della prima casa oppure coinvolgere l’ERAP (ex IACP) per costruirvi case popolari, così come è richiesto dalla mozione.


Clicca il pdf per leggere la mozione.

da Roberto Mancini
Rifondazione Comunista


...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 20 agosto 2008 - 4835 letture

In questo articolo si parla di rifondazione comunista, roberto mancini, politica


L\'idea è buona, ma di difficile realizzazione se non impraticabile. Bisogna tener conto che l\'ERAP (ieri Istituto Autonomo Case Popolari) ha dei parametri che deve rispettare, per cui gli spazi del centro storico sono proprio impossibili. Pero, Mancini, si potrebbe studiare di agevolare quanto da Lei ipotizzato - cioè il ritorno della residenzialità vera al centro storico con strumenti \"diversi\" da quelli urbanistici, ma che \"affianchino\" la norma urbanistica. Vedere in giro per gli altri comuni, qualcosa di interessante c\'è.<br />
Facciamo un po\' i cinesi, che questi giorni va di moda.

Sono i giapponesi quelli che guardano e copiano.<br />
I cinesi li bendano.<br />
<br />
Comunque vogliamo più case popolari, anche in centro, e meno case del popolo.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Perfetto.<br />
Io propongo l\'area Ex Arena Italia.<br />