x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
articolo

Un milione di euro per la scuola Magnificat di Gerusalemme

2' di lettura
2346

di Michele Pinto
vivere.me/michelepinto


\"La Onlus Premio Vallesina, oltre a presentare ogni due anni personalità locali altrimenti poco conosciute - ha detto Corrado Mariotti, presidente di BPA - ci tiene a dare una mano e a partecipare al restauro della Scuola Musicale Magnificat di Gerusalemme di Padre Armando Pierucci\".

\"Il progetto originale di restaurare la scuola di P. Armando - spiega Gianluca Fioretti sindaco di Monsano e presidente del Premio Vallesina - è diventato sempre più grande fino all\'attuale progetto realizzato dall\'Architetto Lorenzo Rossi\".


\"Le Marche sono una piccola regione, con una popolazie di poco superiore a quella di un quartiere di una grande città, ma riesce sempre ad essere al centro della scena internazionale - ha detto Raffaele Bucciarelli, presidente del Consiglio Regionale - le Marche sono coinvolte in progetti internazionali in oltre 50 paesi. Un esempio è quello di P. Armando, che non a caso, insegna la cosa più bella, la musica, che è la forma di comunicazione univerasale per eccellenza\".


Il progetto del restauro è stato presentato dall\'architetto Lorenzo Rossi, sua la relazione illustrativa in allegato e le immagini dell\'articolo. \"Gerusalemme è una città straordinaria che presenta stratificazioni appartenenti ad epoche diverse che non hanno eguali. La Scuola Magnificat si trova non lontano dal Santo Sepolcro. Sono previste 18 aule di lezione ed una sala concerti da 200 posti.
L\'edificio sarà moderno, ma rispettoso del contesto architettonico in cui si trova. Verrà realizzato in \"Pietra di Gerusalemme, ma con degli sfalzamenti che alleggeriscono i volumi e ricordano una partitura musicale. L\'architettura e la musica sono due arti che vanno spesso in sintonia
\".


Il costo dell\'operazione è di 1.000.000 di Euro. \"La metà del costo - spiega Nicola Di Francesco del Premio Vallesina Onlus - sarà a cura della Custodia di TerraSanta. In cassa abbiamo 200.000€ grazie alla Banca Popolare di Ancona, alla Cariverona e al Comune di Maiolati Spontini. E\' necessario trovare altri 300.000€ per ripettare l\'impegno morale preso con i frati della custodia di TerraSanta. Già molti imprenditori hanno mostrato interesse, un\'azienda locale si impegnerà a realizzare gratuitamente l\'impianto elettrico, Lion e Rotary hanno già mostrato la loro disponibilità e presto verrà lanciata una lotteria per raccolgiere fondi. Chi vuole può già fare una donazione sul c/c 1083 della BPA di Via Coppi intestato ad associazione Premio Vallesina pro istituto Magnificat di Gerusalemm Iban IT61Y0530821264000000010830\".


Per versamenti consistenti la Premio Vallesina ONLUS rilascia ricevute fiscali secondo le disposizioni della Legge Tremonti a valere quale detrazione sugli utili del reddito personale o del bilancio.





Questo è un articolo pubblicato il 05-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 05 settembre 2008 - 2346 letture