Quantcast

Maiolati: bilancio positivo dell’iniziativa “Puliamo il mondo”

2' di lettura 02/10/2008 - Bilancio positivo per l’iniziativa “Puliamo il mondo” alla quale ha aderito, anche quest’anno, l’Amministrazione comunale. A proporre all’istituto comprensivo “Carlo Urbani” di Moie di partecipare alla giornata promossa da Legambiente è stato l’assessore comunale all’Ambiente Fabrizio Mancini.

“E’ un momento – ha sottolineato – di grande valenza educativa e di forte responsabilizzazione nei confronti delle tematiche ambientali”. L’iniziativa ha visto la partecipazione dell’assessore alla Pubblica istruzione Stefania Bartolucci, di volontari della Protezione civile, del personale dell’ufficio tecnico del Comune e del rappresentante di Legambiente Paolo Tomassetti. Coinvolte le tre classi quinte della scuola primaria: in tutto 70 bambini più i loro insegnanti. Ad ogni classe è stata assegnata una zona da perlustrare: un gruppo di bambini si è occupato dei parchi adiacenti al complesso della biblioteca “eFFeMMe23”, un’altra classe della zona vicina all’area equestre, un altro gruppo ha raccolto i rifiuti lungo la strada provinciale, da via Risorgimento a piazza Kennedy.

“Il bilancio è stato più che positivo per la partecipazione dei bambini – osserva l’assessore Mancini – purtroppo di rifiuti ce ne sono stati anche questa volta: ruote di camion, televisioni e perfino cingoli di trattori, soprattutto nella zona periferica di Moie lungo via Pianello, vicino al fiume Esino”. Nella via centrale di Moie, oltre a togliere sigarette e vetri, i ragazzi hanno dovuto staccare fogli e materiale pubblicitario appiccicati abusivamente sugli arredi del paese. “I bambini riescono meglio degli adulti – commenta l’assessore – a percepire quanto sia importante il rispetto per l’ambiente. Hanno potuto fare un confronto tra zone che vengono rispettate, come i parchi del complesso della biblioteca, trovati pressoché privi di rifiuti, e zone che, purtroppo, continuano ad essere trattate come pattumiere, le aree più nascoste”. Soddisfatta della risposta dei ragazzi anche l’assessore Bartolucci, che rileva come “gli studenti si sono impegnati con entusiasmo, raccogliendo e cercando ogni rifiuto, sotto lo sguardo attento e piacevolmente sorpreso dei cittadini che passavano. Sono stati, stavolta, i bambini ad insegnare agli adulti che non sporcare e rispettare l’ambiente non è solo un segno di civiltà, ma significa vivere in un ambiente più pulito e che riciclare non è mai tempo perso”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 02 ottobre 2008 - 1444 letture

In questo articolo si parla di attualità, riccardo silvi, Maiolati Spontini





logoEV
logoEV