Approvato il protocollo sulla sicurezza urbana

sicurezza stradale 3' di lettura 03/10/2008 - Il presidente Consoli: “Garantirà massimi livelli di qualità della vita”.

Il consiglio dell’Unione dei comuni della Media Vallesina ha approvato all’unanimità il protocollo d’intesa sulla sicurezza urbana che sarà sottoscritto nei prossimi giorni ad Ancona fra il presidente dell’organismo che riunisce i sette centri della Vallesina, Tiziano Consoli, e il prefetto Giovanni D’Onofrio. Saranno presenti alla firma anche gli altri sindaci dell’Unione. Il passaggio il Consiglio ha completato l’iter del protocollo, che era già stato ratificato dalle assemblee degli eletti dei sette Comuni della Vallesina. La cerimonia nel capoluogo dorico rappresenterà la conclusione di un cammino, che in realtà segna la partenza di un progetto finalizzato a garantire in maniera sempre più forte la sicurezza dei cittadini.



Per l’Unione dei Comuni è un ulteriore traguardo verso il potenziamento dei servizi gestiti in maniera consorziata. Il presidente Consoli parla di “soddisfazione per il risultato fin qui raggiunto, anche perché ribadisce l’importanza di un’istituzione come quella dell’Unione capace di lavorare non solo sulla carta ma di impegnarsi concretamente, come in questo caso, per far sì che il valore della sicurezza diventi presupposto per garantire massimi livelli di qualità di vita ma anche per sensibilizzare i cittadini alla cultura della legalità”.



Il documento votato dal Consiglio dell’Unione parte dal presupposto che “esiste una stretta collaborazione tra Prefettura e amministrazione dell’Unione, nell’ottica di un concetto di sicurezza ampio, nel quale la prevenzione assume una rilevanza preminente”. Si parla di “rispetto delle reciproche competenze” e di “interventi sociali, urbanistici, di controllo e di repressione tali da permettere di incidere al meglio sul tessuto ambientale”. Tutto questo perché “le richieste di maggiore sicurezza da parte dei cittadini devono trovare risposte non solo da parte delle Forze di polizia, ma anche da uno stretto coinvolgimento dell’amministrazione dell’Unione”.



Il protocollo d’intesa è formato da diversi articoli che spaziano dal tema degli appalti alla riqualificazione delle aree urbane, dal contrasto delle forme di illegalità che hanno come vittime i bambini, le donne e gli anziani, alla prevenzione delle dipendenze da sostanze stupefacenti e dall’alcool, dall’assistenza alle vittime dei reati, alla promozione di azioni per favorire lo scambio multiculturale con gli immigrati. Sono previsti anche “itinerari didattici” di educazione alla legalità, interventi della polizia municipale e delle Forze dell’ordine in aree territoriali ove siano emerse particolari problematiche, misure destinate alla prevenzione e al controllo del rispetto delle condizioni che garantiscano la sicurezza sui luoghi di lavoro. Attraverso la Polizia locale dell’Unione dei Comuni saranno inoltre garantite azioni di prevenzione presso gli istituti scolastici, vigilanza nei parchi, controllo sul rispetto delle ordinanze dei sindaci, attività di sensibilizzazione contro le truffe, prevenzione e controllo dei fenomeni di disturbo della quiete pubblica.



La Prefettura di Ancona si impegna “affinché la dotazione organica delle caserme dei Carabinieri del territorio dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina sia mantenuta ad un livello adeguato per il presidio di un territorio in costante evoluzione e con un crescente numero di abitanti e di attività economiche”. Nella seduta dell’ultimo Consiglio è stato approvato anche il progetto per la gestione unificata del servizio di disinfestazione, che allunga la lista delle attività in carico all’organismo sovracomunale.


da Unione dei Comuni della Media Vallesina




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 ottobre 2008 - 1032 letture

In questo articolo si parla di attualità, Vallesina, Comuni





logoEV