x

SEI IN > VIVERE JESI > POLITICA
comunicato stampa

Chiaravalle: Pdl contro Moscatelle, infondate le accuse di demagogia

2' di lettura
1273
da Gruppo Consiliare PDL
Chiaravalle

PdL
\"L\'assessore Moscatelli ci accusa di demagogia e dice che nelle nostre mozioni non avanziamo soluzioni ma solo critiche? Evidentemente l\'assessore non le legge approfonditamente, preso com\'è dalle sue certezze e la sua protervia è pari solo alla sua arroganza\".

Non usano mezzi termini Gianluca Fenucci, Claudio Bolletta, Antonio De Angelis e Giovanni Larici, i 4 consiglieri comunali del Pdl, per commentare le dichiarazioni rese in consiglio dall\'assessore Antonio Moscatelli.


\"Sinceramente preferivamo il \"compagno Peppettì\" (come bonariamente è chiamato a Chiaravalle Moscatelli) che almeno si rende simpatico ed alla mano. L\'assessore Moscatelli, invece, si caratterizza per la sua arroganza, per dare continuamente lezioni agli altri dall\'alto della sua poltrona di amministratore - sottolinea il capogruppo Fenucci - e per non recepire la benché minima proposta avanzata con buon senso ed oculatezza dai consiglieri del Popolo della libertà. Punta l\'indice contro di noi, sembra il maestro dalla penna rossa e non studia nessuna delle nostre proposte. Ad esempio, sulla zona a traffico limitato avevamo avanzato un orario meno restrittivo e la giunta l\'ha bocciato come, recentemente, è riuscita addirittura a votare contro le nostre mozioni contro i \"tagli\" all\'assistenza ai bambini diversamente abili ed a favore di interventi urgenti per migliorare la qualità della vita a Grancetta\".


I consiglieri del Pdl evidenziano la chiusura della giunta e l\'impossibilità di un dialogo serio ed aperto. \"L\'assessore Moscatelli e la giunta vorrebbero solo che ci appiattissimo sulle loro posizioni mentre il nostro ruolo è quello di segnalare i tanti problemi che assillano Chiaravalle e la sua frazione. Abbiamo avanzato proposte per Grancetta e la giunta le ha sistematicamente rigettate asserendo che la situazione della frazione non è problematica mentre basta ascoltare i residenti per rendersi conto della vivibilità compromessa. Per non parlare di come sono stati trattati i bimbi diversamente abili e le loro famiglie. Moscatelli e la maggioranza ci accusano di cavalcare il malessere di questi genitori e non hanno capito che esiste un disagio reale e che questi cittadini, come quelli di via Trieste, di via Verdi, di Grancetta e tantissimi altri, si sono rivolti a noi perché l\'amministrazione comunale non da risposte, non risolve i problemi. E poi, dal \"compagno Peppettì\" non accettiamo lezioni di democrazia: non ha i titoli per darle!\"



PdL

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 ottobre 2008 - 1273 letture