Quantcast

Chiaravalle: coltivava canapa indiana nell\'armadio, arrestato

2' di lettura 06/10/2008 - A Chiaravalle i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Jesi, hanno tratto in arresto T.G. trentacinque anni  disoccupato di Chiaravalle  per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Il blitz nella casa dell’uomo è scattato a seguito di vari servizi di appostamento eseguiti dai Carabinieri che avevano notato la presenza in zona di molti giovani conosciuti quali assuntori di stupefacenti.

A seguito della perquisizione presso l’abitazione che T.G. che divideva con i congiunti i Carabinieri hanno trovato varie tipologie di stupefacente e materiale attinente alla produzione e confezionamento dello stesso.

In un armadio della camera da letto venivano ritrovate tre piante, alte tra i 60 e gli 80 centimetri, di canapa indiana già fiorita e prossima alla maturazione piena. Nell’armadio era stato montato un grosso neon al fine di favorire la crescita della pianta. Le piante presentavano una serie di potature segno che già parte della sostanza era stata raccolta.

In un altro armadio sono stati rinvenuti due scatole di cartone usati come essiccatoio della sostanza, infatti negli stessi erano stati praticati dei fori per far circolare l’aria, e nella sommità erano state messe delle asticine di plastica dove veniva attaccata la sostanza dopo la raccolta dalle piante.
Nel fondo della scatola vi era un materiale plastico ove cadeva l’erba una volta secca e pronta per il consumo.

In un altro mobile venivano ritrovati grammi 7 circa di “hashish” suddiviso in due parti e grammi 2 di cocaina, nascosta in un barattolo che conteneva riso.

Nella disponibilità dell’uomo veniva rinvenuto vario materiale per la coltivazione della canapa indiana, quali semi, vasetti e altri neon per la crescita delle piante, nonché un bilancino elettronico di precisione, oltre a110 euro in banconote di piccolo taglio, verosimile provento dell’attività di spaccio. Il tutto veniva posto in sequestro.

T. G. si trova nel carcere Anconetano di Montacuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.







Questo è un articolo pubblicato il 06-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 ottobre 2008 - 1951 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michele pinto, droga, chiaravalle, carabinieri





logoEV
logoEV