Santinelli: Perchè non si realizza un progetto di recupero delle acque depurate?

acqua 09/10/2008 - \"Ci chiediamo perché le nostre amministrazioni, passate e presenti, hanno preferito, da sempre, disperdere nel fiume le acque chiare, non potabili, del depuratore della città di Jesi, sito a ridosso al ponte della Barchetta, sul fiume Esino, che ben avrebbero potuto essere in messe per un uso industriale o per l’irrigazione dei campi ad uso agricolo\".

La creazione di una rete idrica, ad esclusivo uso industriale, apporterebbe alla collettività un risparmio d’acqua potabile considerevole: lo stesso consorzio Gorgovivo, che annovera nel suo bacino di utenza anche le imprese, si è trovato più volte costretto ad attingere acqua dai pozzi artesiani a discapito della qualità dell’acqua potabile per uso domestico. Siamo tutti consapevoli che, in un prossimo futuro, l’approvvigionamento d’acqua potabile non sarà più esattamente garantito neanche ai paesi che da sempre ne hanno avuto in abbondanza, come il nostro; non lo dice Alleanza Nazionale per fare polemica, ma è quanto viene continuamente ripetuto dai mas media.


E’ lecito dunque chiedersi perchè l’Amministrazione del Comune di Jesi in primis, la Provincia d’Ancona e la Regione Marche, in tutti questi anni, non abbiano mai pensato e realizzato un progetto per il recupero delle acque depurate: se invece c’era l’intenzione degli enti sopra citati a realizzare un progetto di recupero delle acque depurate, perché non si è voluto o potuto metterlo in pratica?


Quello che fa più rabbia è l’ipocrisia delle nostre amministrazioni, tutte di centro sinistra e purtroppo da tempo in removibili, che si riempiono la bocca di belle parole sulla tutela dell’ambiente, ma, di fatto, non concretizzano le loro idee in fatti reali e ciò a discapito dell’intera collettività.


da Cesare Santinelli
Consigliere Comunale PdL





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 09 ottobre 2008 - 1076 letture

In questo articolo si parla di attualità, acqua, alleanza nazionale, Cesare Santinelli