Massaccesi: Necessario rivedere la posizione ed il ruolo di Jesi Servizi

daniele massaccesi 10/10/2008 - Daniele Massaccesi, consigliere comunale di “Alleanza Nazionale - verso il PDL ”, presenta una mozione riguardo il ruolo di Jesi Servizi.

Il Consiglio Comunale premesso che le più recenti normative in materia di servizi pubblici erogati dal Comune, ed oggi in capo a municipalizzate o società partecipate, impongono gli enti locali - quando non favoriscono - l’esternalizzazione e l’effettuazione di gare per l’espletamento di detti servizi;


che dovrebbe essere così prossima l’effettuazione di gare, in regime di libera concorrenza sul mercato, per l’aggiudicazione della gestione di un servizio pubblico, modalità a cui, probabilmente, dovrà far fronte anche Jesi Servizi Srl, così come ogni Società partecipata dai Comuni;


che “Jesi Servizi”, attualmente, anche per la mancata assegnazione di un ruolo e di funzioni precise, è una sorta di “ricettacolo” di attività e di servizi gestiti a suo tempo in modo non profittevole dal Comune e che, sotto l’egida di Jesi Servizi, e grazie alle professionalità impiegate, hanno dato invece risultati positivi, pur nella disparata previsione di impegni, attività e funzioni svolte (farmacie, igiene urbana, lampade votive, mense, ecc.);


che è doveroso dare a “Jesi Servizi” ruolo ed identità ben precisi, con la individuazione di una “mission” e di una funzione comunque da svolgere, per evitare così una serie di compiti ed un groviglio di ambiti operativi, anche disparati fra loro, senza che ci sia neanche una linea – guida od una direttiva ben precisa; che è realistico il timore che tutti o parte dei servizi vengano acquisiti da società lontane dalla realtà locale e con maggiore disponibilità economica, al punto da azzerare i ruoli delle municipalizzate o partecipate attualmente operanti in zona;


che è opportuna l’unione di forze fra Comuni limitrofi, mediante associazioni temporanee di impresa, fusioni o consorzi, al fine di garantire maggior peso alle società partecipate locali nei confronti delle grandi “multiutility” di città metropolitane; che, in prospettiva, vari potrebbero essere i settori interessati, secondo quanto è dato di vedere in altre esperienze, e fra questi, a titolo esemplificativo, la gestione dei parcheggi, il verde pubblico, la manutenzione, la progettazione, ecc.;


IMPEGNA


il Sindaco e la Giunta a tenere conto delle più recenti normative in materia di servizi pubblici erogati dal Comune, ed oggi prevalentemente in capo a municipalizzate o società partecipate, che impongono agli enti locali – o favoriscono - l’esternalizzazione e la effettuazione di gare per l’espletamento di detti servizi, ed a considerare che, a breve, dovranno essere effettuate gare in regime di libera concorrenza sul mercato, per l’aggiudicazione della gestione di un servizio pubblico, e quindi con modalità cui, probabilmente, dovrà far fronte anche Jesi Servizi Srl, così come ogni Società partecipata dai Comuni;


rivedere la posizione ed il ruolo di Jesi Servizi, che attualmente, anche per la mancata assegnazione di ruolo e di funzioni precisi, sta svolgendo una serie indistinta di attività e di servizi, anche disparati fra loro, gestiti a suo tempo in modo non profittevole dal Comune, e con risultati che peraltro, sotto l’egida di Jesi Servizi, e grazie alle professionalità impiegate, si sono rivelati positivi;


dare a “Jesi Servizi” quel ruolo e quella identità finora misconosciuti, con la individuazione di direttive e di una guida - linea, di una “mission” e di una funzione comunque da svolgere, per evitare così una serie indistinta di compiti ed un groviglio di ambiti operativi assai diversi;


considerare e valutare la possibilità, visto che tutti o parte dei servizi potrebbero essere acquisiti da società lontane dalla realtà locale e con maggiore disponibilità economica, al punto da azzerare i ruoli delle municipalizzate o delle partecipate attualmente operanti in zona, di unire le forze fra Comuni limitrofi, mediante associazioni temporanee di impresa, fusioni o consorzi, al fine di garantire maggior peso alle società partecipate locali nei confronti delle grandi “multiutility” di città metropolitane, e ciò soprattutto in prospettiva, considerato che numerosi potrebbero essere i settori interessati, secondo quanto è dato di vedere in altre esperienze;


IMPEGNA ALTRESI’


il Sindaco e la Giunta a fare quanto possibile, attuando così un piano ed una strategia di medio - lungo termine, per mantenere i servizi della nostra città in capo alla Jesi Servizi S.r.l., previa valutazione di ruolo e funzione da assegnare alla Società entro il 31/12/08, ed eventuale individuazione dei servizi (ancora e semmai) da esternalizzare, a favore o nei confronti di Jesi Servizi Srl, o comunque di municipalizzate o società partecipate locali, per evitare il rischio che queste scompaiano di fronte alle grandi “multiutility” nazionali, sempre più presenti e predominanti, anche per la loro maggior forza e disponibilità economica.


da Daniele Massaccesi
Alleanza Nazionale




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 ottobre 2008 - 1043 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, alleanza nazionale, Daniele Massaccesi