x

SEI IN > VIVERE JESI > POLITICA
comunicato stampa

Treni: l\'urostar per Roma non fermerà più a Jesi

1' di lettura
1538
da Giuliano Brandoni
Presidente del gruppo consiliare regionale Prc-Se

trenitalia
Le quotidiane e purtroppo non belle notizie che riguardano il trasporto ferroviario nelle Marche, denotano il disimpegno strategico che RFI, Trenitalia, Cargo riservano alla nostra regione, e non da oggi.

Basti ricordare l\'uscita di Cargo dalle attività dirette nel porto di Ancona, la chiusura di importanti scali merci, come Fabriano e Civitanova, il ridimensionamento di quello di Falconara, la trascuratezza nel rapporto con la società Interporto Marche, oppure la chiusura da parte di Trenitalia di tantissime biglietterie e ancor più la falcidiazione di numerosi servizi e soppressione di fermate, per non dire della contrazione dell\'attività delle officine compartimentali.


Ecco quindi che l\'ipotesi di chiusura della stazione di Ancona Marittima, la soppressione possibile delle fermate di Jesi e Fabriano (e anche Fossato di Vico) dell\'Eurostar per Roma, come i certi allungamenti dei tempi di percorrenza di tutti i convogli interregionali sulla capitale, non sono che il prodotto di una azione che non può più essere contrastata per via puntiforme. Protestare ad ogni ennesimo taglio non serve. Occorrerà invece una vertenza generalizzata sul trasporto pubblico ferroviario capace di coinvolgere in primo luogo gli utenti, le organizzazioni sindacali, le istituzioni locali in un concerto che agisca tutte le leve possibili. Non è illegittimo, infatti, prevedere che ad un trasporto di terza classe si risponda pagando biglietti di terza classe.


E\' necessario richiedere investimenti ed organici adeguati ai servizi che si vogliono dare, è doveroso controllare e far rispettare i contratti di trasporto sottoscritti con la Regione. Per quanto ci riguarda, quindi, ci attiveremo nei prossimi giorni nelle istituzioni, in particolare in Regione, per richiedere una puntuale verifica del contratto stipulato con Trenitalia e tra i lavoratori e gli utenti per proporre azioni concrete che dimostrino la possibilità di un trasporto più efficiente e \"umano\".



trenitalia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 11 ottobre 2008 - 1538 letture