Firmato il protocollo sulla sicurezza urbana

protocollo unione vallesina sicurezza 15/10/2008 - E’ nata una nuova sinergia fra la prefettura di Ancona e l’Unione dei comuni della Media Vallesina.

E’ nata ufficialmente una nuova e più stretta sinergia fra la prefettura di Ancona e l’Unione dei comuni della Media Vallesina. Ad inaugurarla è stata la firma, avvenuta questa mattina (martedì 14 ottobre) ad Ancona, del protocollo sulla sicurezza urbana da parte del prefetto Giovanni D’Onofrio, del presidente dell’Unione dei comuni della Media Vallesina Tiziano Consoli e dei sindaci delle sette amministrazioni che fanno parte dell’organismo sovracomunale, cioè Maiolati Spontini, Castelplanio, Castelbellino, Monte Roberto, Montecarotto, San Paolo di Jesi e Poggio San Marcello. Alla cerimonia erano presenti anche il presidente del Consiglio regionale Raffaele Bucciarelli, il vice presidente della Provincia Giancarlo Sagramola, il questore Giorgio Jacobone, il comandante dei carabinieri Paolo D’Ambola, il comandante provinciale della Guardia di Finanza Giovanbattista Urso e il comandante della Polizia locale dell’Unione Giovanni Carloni.



Siamo soddisfatti di questo risultato, per il quale ringraziamo il prefetto – ha sottolineato il presidente Consoli – che ha ricavato dall’incontro di questa mattina la conferma di un rapporto fattivo di collaborazione con un territorio, quello della Media Vallesina, molto attivo e dinamico. E ciò grazie anche al nostro organismo sovracomunale: una delle prime Unioni di Comuni a realizzare un protocollo sulla sicurezza. L’accordo svilupperà una collaborazione fra forze dell’ordine e polizia locale, con l’importante l’interfaccia del sindaco, in qualità di soggetto istituzionale che deve coordinare le forze di sicurezza presenti sul territorio, anche alla luce del nuovo pacchetto sicurezza predisposto dal Governo. Sarà fondamentale, in tale contesto, l’intesa con la prefettura che ci ha dato massima disponibilità in questo senso. Il protocollo che abbiamo firmato è l’inizio di un percorso di concertazione e sinergia attraverso cui dovremo riuscire a dare maggiori garanzie al cittadino anche in termini di mantenimento e potenziamento dei livelli qualitativi di vita attualmente presenti. Ci impegneremo inoltre a promuovere una cultura della legalità che passa attraverso il controllo del territorio e l’attuazione delle linee programmatiche previste nell’accordo con la prefettura”.



Il protocollo, approvato in precedenza dai sette consigli comunali e da quello dell’Unione, diventa ora operativo, mettendo in campo una serie di azioni finalizzate a garantire in maniera sempre più forte la sicurezza dei cittadini. Ciò sarà possibile grazie a una stretta collaborazione tra Prefettura e amministrazione dell’Unione, nell’ottica di un “concetto di sicurezza ampio – viene sottolineato nel documento – nel quale la prevenzione assume una rilevanza preminente”. Ma oltre a “itinerari didattici” di educazione alla legalità, sono previsti interventi della polizia municipale e delle Forze dell’ordine in aree “dove siano emerse particolari problematiche”, fino a misure di controllo per la sicurezza sui luoghi di lavoro. Nel protocollo si parla anche di “azioni di prevenzione presso gli istituti scolastici, vigilanza nei parchi, attività di sensibilizzazione contro le truffe”.



Inoltre, da parte della prefettura di Ancona viene messo nero su bianco un importante impegno a far sì che “la dotazione organica delle caserme dei Carabinieri del territorio dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina sia mantenuta ad un livello adeguato per il presidio di un territorio in costante evoluzione e con un crescente numero di abitanti e attività economiche”.


da Unione dei Comuni della Media Vallesina






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 15 ottobre 2008 - 1735 letture

In questo articolo si parla di attualità, Vallesina, Comuni