Cupramontana: \'Nel cuore del libro...parole d’autore\', incontro con Veneziani

marcello veneziani 21/10/2008 - Una voce fuori dal coro sessantottardo, come quella di Marcello Veneziani, sarà il filo conduttore del quarto incontro della rassegna “Nel cuore del libro… parole d’autore”, promossa dal Sistema Bibliotecario della Comunità Montana dell’Esino- Frasassi per raccontare e comprendere il ’68 .

Troppo piccolo per essere protagonista in quella stagione rivoluzionaria, Veneziani visse da ragazzo in provincia, dove il 68 arrivò in differita. E, per di più, nel nostro Meridione orientale, dove rallentò in curva. Avendo scontato i suoi effetti, decise di contestarlo. Da adulto ha scritto saggi che cozzano con il ’68, sino ad arrivare a \"Rovesciare il ’68\", che sarà presentato sabato 25 a Cupramontana (alle ore 18, presso la sala polifunzionale dell’Istituto Comprensivo).


Secondo l’editoralista di \"Libero\", che sarà introdotto da Gianna Latini, il ’68 è andato al potere ed è diventato conformismo di massa, anzi canone di vita, creando luoghi comuni e nuovi pregiudizi, codici ideologici, da rispettare implacabilmente per essere ammessi al proprio tempo, come il politically correct. Ma nel 2008 i sessantottini cominciano a farsi sessantottenni, ed è forse giunto il momento di fare i conti con la loro opera e la loro eredità.



Questo viaggio nella \"piccola preistoria\" è un veloce bazar di schizzi e frammenti, di flash e di immagini, di foto di gruppo e istantanee di pensiero, uno zapping lampeggiante animato da un triplice progetto: descrivere in breve cosa fu il ‘68, narrare cosa resta e quali sono le sue rovine oggi ingombranti e, infine, capovolgere il ‘68 attraverso l’uso creativo e trasgressivo della tradizione. Un testo negazionista rispetto al potere sessantottardo che rimette in discussione in modo irriverente i nuovi divieti e i nuovi obblighi di leva.



L’incontro sarà preceduto da una visita guidata al centro storico di Genga (ore 16,30) e sarà seguito dalla \"Cena con l’autore\", presso il ristorante \"Orietta\" (costo € 22,00). Per le prenotazioni rivolgersi allo 0731.984537 entro venerdì 24.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 ottobre 2008 - 1228 letture

In questo articolo si parla di cultura, comunità montana esino frasassi