x

SEI IN > VIVERE JESI > POLITICA
comunicato stampa

Trenitalia, PRC: attivare un tavolo con le istituzioni locali, utenti e sindacati

2' di lettura
1288
da PRC gruppo consiliare \"circolo Karl Marx\"

stazione
Mozione del gruppo consiliare del PRC del Comune di Jesi riguardo la situazione del trasporto ferroviario nelle Marche determinatasi a seguito delle decisioni di Trenitalia.

In relazione alle recenti decisioni comunicate da Trenitalia, finalizzate ad un forte depotenziamento del servizio ferroviario offerto agli utenti marchigiani, con la soppressione delle fermate degli Eurostar a Jesi e Fabriano, con la ventilata chiusura della stazione di Ancona Marittima, con la generalizzata riduzione dei servizi offerti ai viaggiatori (a partire dalla progressiva chiusura di biglietterie e stazioni), a fronte di un consistente e continuo aumento dei prezzi dei biglietti, il PRC ritiene necessario attivare tutte le forme di pressione che possano spingere la società Trenitalia a ritornare sui propri passi, a partire dalla valutazione circa l’opportunità di non procedere al rinnovo del contratto per il trasporto ferroviario locale, a suo tempo firmato tra Regione Marche e Trenitalia. Facendo seguito alle precedenti iniziative promosse su tale tema dal PRC, tra le quali ricordiamo la campagna di sensibilizzazione e il volantinaggio del 21 ottobre scorso in numerose stazioni delle Marche (Jesi,Ancona, Senigallia, Civitanova, Fano, ecc.) sul tema “Ad un servizio di terza classe, un biglietto di terza classe” , il gruppo consiliare del Partito della Rifondazione Comunista di Jesi chiede al Sindaco, attraverso la mozione posta all’ordine del giorno del Consiglio comunale del prossimo 7 novembre:



1- di farsi latore presso la Giunta regionale delle Marche affinché non proceda al rinnovo del contratto per il trasporto ferroviario locale con Trenitalia, in assenza di garanzie certe e certificate di un significativo ed immediato miglioramento della qualità dei mezzi e dei servizi messi a disposizione dei cittadini marchigiani, tale da rendere di fatto equiparabile l’offerta sul nostro territorio a quella operata in altre regioni;



2 – di chiedere alla Giunta regionale di attivare un tavolo con le istituzioni locali, le organizzazioni degli utenti, le organizzazioni sindacali al fine di monitorare i bisogni inevasi di trasporto ferroviario presenti sul territorio regionale per trarre da questo ulteriori indicazioni per il rinnovo del contratto di trasporto con Trenitalia.



stazione

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 27 ottobre 2008 - 1288 letture