Ostra Vetere: Obama, il sindaco Massimo Bello scrive all\'Ambasciatore USA

Barack Obama 08/11/2008 - Il Sindaco di Ostra Vetere, Massimo Bello, prende carta e penna e scrive all\'Ambasciatore USA in Italia perché giungano \"al neo eletto Presidente degli Stati Uniti d\'America, Barack Obama, le mie più vive e sincere congratulazioni augurando a lui, ed al suo Staff, i migliori successi ed un proficuo lavoro\".

\"Per noi italiani, che ci sentiamo profondamente legati - scrive il sindaco Bello all\'Ambasciatore USA in Italia - sul piano storico e politico, ma anche culturale e umano, al popolo americano e agli Stati Uniti d\'America, questo momento elettorale ed istituzionale appena trascorso è stato, senza ombra di dubbio, significativo e stimolante: dalla vittoria del neo eletto Presidente Barack Obama, e dallo spirito di unità che l\'accompagna, si colgono rinnovati motivi di speranza e di fiducia per tutti.\" \"Sono certo - prosegue Bello - che l\'amicizia e la collaborazione tra l\'Italia e gli Stati Uniti d\'America continuerà a crescere e a rafforzarsi. L\'America realizza sempre i propri sogni. Questa grande capacità di porsi e raggiungere sempre i nuovi obiettivi è un elemento costitutivo fondamentale ed unico della democrazia americana.



Vive congratulazioni, quindi, a Barack Obama, eletto presidente degli Stati Uniti, con cui l\'Italia continuerà, e di questo ne sono convinto, sulla strada della collaborazione\". \"Sono altresì convinto, e continuerò ovviamente ad esserlo, che gli Stati Uniti - prosegue ancora il Sindaco di Ostra Vetere - sono e saranno il primo partner internazionale dell\'Italia. Con il nuovo Presidente Obama, l\'Italia continuerà su una strada di collaborazione e, certamente, di sostegno reciproco in quelle occasioni, a cui le grandi democrazie mondiali saranno chiamate a partecipare. L\'elezione del Senatore Barack Obama a Presidente degli Stati Uniti d\'America dimostra che ciò che è successo è un segnale indiscutibile di coraggio e di capacità di cambiare\".



\"E\' un segnale che conferma - scrive sempre il Sindaco rivolgendosi all\'Ambasciatore USA in Italia - come l\'America sa sempre trovare dentro di sé la forza, la determinazione e le motivazioni per scegliere strade nuove, per avviarsi in sentieri inesplorati alla ricerca di un\' altra \"nuova frontiera\". Il neo eletto Presidente ha saputo incarnare l\'anima profonda degli americani, quella che sa vivere di sogni, ma anche di traguardi apparentemente irraggiungibili, di cambiamento e di nuove sfide, che poi diventano realtà\". \"In lui, gli americani hanno visto - conclude Bello - un uomo capace di dare nuove speranze e, forse, di indicare una strada diversa. Il punto fondamentale è che il Senatore Obama ha saputo parlare al cuore dei suoi concittadini, dando loro la sensazione e, forse, la convinzione che un cambiamento non solo è necessario, ma anche possibile. Gli Stati Uniti, oggi, hanno dato una lezione importante anche alla Vecchia Europa. Sanno decidere con coraggio senza guardarsi indietro, sanno scegliere senza paura di sbagliare, sanno osare e voltare pagina\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 novembre 2008 - 5348 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra vetere, comune di ostra vetere, barack obama


un cittadino di Ostra Vetere

Fortuna che ci sei tu Massimo Bello, Sindaco di Ostra Vetere, altrimenti le relazioni con gli Stati Uniti finirebbero. Bravo. Un cittadino di Ostra Vetere

Mitico!<br />
Propongo uno scambio:<br />
Massimo Bello presidente del consiglio e Silvio Berlusconi sindaco di Ostra Vetere.

La differenza tra l\'uomo di destra e quello di sinistra è questa:<br />
<br />
Il Pd sfrutta nome ed immagine di Obama strumentalizzandolo.<br />
<br />
Bello gli scrive direttamente.

Commento modificato il 07 novembre 2008

Caro Massimo, approvo la tua lettera inviata tramite l\'Ambasciatore USA in Italia al neo presidente degli USA Barack Obama. Anche io nel 2004 scrissi a John Kerry, dopo la sua sconfitta elettorale, e da allora mi invia sempre per posta elettronica le sue lettere. Non preoccuparti è tutta invidia. Ciao Ilario

Berlusconi diventerà un amicone di Obama e lo inviterà a villa Certosa.<br />
Veltroni rosicherà dall\'invidia.<br />
Anzi, dalla gelosia.<br />

Di Massimo non parlo, è un caro amico da quasi trent\'anni......

Bravo Massimo, concordo con Ilario, Obama ti ringrazierà perchè oltre ad essere intelligente è anche educato, chi ti critica per questo tuo gesto è soltanto molto, molto invidioso del tuo successo; continua così


Durante la campagna elettorale la destra non simpatizzava per Obama, adesso si; da sempre la destra ha simpatizzato per il modello americano, l\'America di Reagan e dei Bush, quindi per le diseguaglianze, le guerre ai nemici inesistenti, alla sanità privata, all\'Iran-gate, ect ect. Ma guai a chi provava a criticarla \" è il faro della democrazia per il Mondo intero\" ripetavano in coro; adesso elogiano Obama e il coraggio di cambiare ....ma cambiare cosa??? Ma allora le critiche che si muovevano contro l\'America era giuste? e allora perchè la destra ha sempre difeso il modello americano e adesso invece cerca di salire sul carro del vincitore Obama? Forse la spiegazione sta nella risposta del loro capo supremo, \" sono imbecilli\".

sì, come no, lui personalmente la sera vicino al caminetto scrive ai suoi ammiratori nel mondo. ma per favore! sarà una mailing list...

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Mi devi scusare, ma invidia di cosa??<br />
io sono semplicemente un cittadino, che come te, legge Vivere Senigallia, e come te ha la possibilità di dire la sua e commentare.<br />
Da esterno(non di Ostra Vetere, non faccio politica attiva)ma con tanti amici e conoscenti ad Ostra Vetere,ti posso assicurare che la gente non giudica o critica sulla base dell\'invidia, ma sui fatti e sui comportamenti.<br />
Delle cose serie la gente è interessata, ti seguirà sempre, di una Velina Oca che sfila in continuazione no.<br />
E\' inutile che scriviamo ad Obama,o ci facciamo fotografare chissà con chi o chissà dove,quando magari vicino alla piazza di Ostra Vetere,al bar del tuo paese, alla scuola del tuo paese, nella casa vicino alla Chiesa, o nella campagna ...c\' è gente che ha bisogno del tuo aiuto, del tuo appoggio,di un tuo sorriso, del tuo amministrare bene una realtà che non è New York, ma Ostra Vetere.Saluti

Il \"benaltrismo\", nel senso che c\'è sempre ben altro da fare: quindi Bello avrebbe fatto male a congratularsi con Obama perchè altre sono le priorità; con questa scusa non si fa mai niente. Ripeto: bravo Massimo, hai fatto benissimo, la tua lettera ad Obama non è affatto inutile e anche questo tuo gesto fa parte del \"tuo amministrare bene ad Ostra Vetere\". Continua così

C\'è un grande equivoco che andrebbe spiegato meglio ai progressisti italiani e che consiste nel considerare uguali la sinistra italiana e i democratici americani: nulla di più sbagliato. In America il comunismo si può dire che non ci sia mai stato, le radici del partito democratico americano nulla hanno a che vedere con le radici del partito democratico italiano che affondano nella storia del più grande partito comunista al di fuori di quella che una volta era l\'Unione Sovietica.

Quindi per te Nilde Jotti, Amendola, Pietro Ingrao, Giorgio Napolitano, Terracini, Enrico Berlinguer e tanti altri non erano democratici nel senso più vero della parola mentre Berlusconi lo è?<br />
Ma chi sei la sorella di Melcago?

Grande Massimo, dopo il benvenuto a Senigallia, in Piazza Roma, a Schroeder (allora Cancelliere di Germania)adesso gli auguri ad Obama.<br />
Il prossimo un telegramma a Gesù.<br />
Sei mitico

fabio

Se volete un po\' di satira anche su obama, vi consiglio: lastellina.spazioblog.it

Ma figurati, assolutamente, ma perchè mi metti in bocca parole che io non ho detto? Che c\'entrano Jotti, Amendola e tutti gli altri che citi? Si parte dal fatto che c\'è uno che non gli sta bene che Massimo Bello abbia spedito le sue congratulazioni ad Obama sostenendo che \"durante la campagna elettorale la destra non simpatizzava per lui mentre adesso si\"; io gli ho voluto far capire che non era vero perchè c\'è una grande differenza tra il Partito Democratico Americano e il Partito Democratico Italiano, questo giustifica il fatto che tantissima gente italiana di centrodestra fosse pro-Obama. Questo giustifica il fatto che Massimo Bello abbia spedito il bigliettino di auguri.Tutto qui.Quanto alle radici dei partiti di cui sopra mi vorresti far credere forse che il Partito Democratico Americano affonda le sue radici nell\'ideologia comunista? Quanto ai nomi che citi, tutti rispettabilissimi,ripeto, non c\'entrano niente in questi commenti.

L'orco

Commento sconsigliato, leggilo comunque

...se giura che non farà il lifting, non si farà infilare capelli nuovi, non costruirà un vulcano sotto casa, scalzerà dalla sedia Velt...(ops) Berlusconi potrei pure votarlo...

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

infatti qualcuno aveva detto \"ama il _prossimo_ tuo\"... il prossimo...

cavolo,mi sono perso questo dibattito... che sfiga!<br />
adesso capisco perchè ieri sulla CNN hanno trasmesso questa conferenza stampa straordinaria di Obama che ringraziava il suo \"amico\" Massimo Bello. Credevo fosse un omonimo...<br />
RIGHT OR WRONG MY MAJOR!!!