RFI entrerà nel capitale di Interporto Marche Spa

pesaresi 2' di lettura 06/12/2008 - Si amplia la compagine societaria di Interporto Marche Spa a fronte dell\'aumento di capitale deliberato dalla Assemblea dei soci del 28 ottobre scorso e tra i nuovi soci entrerà anche Rete Ferroviaria Italiana.

L\'investimento previsto è pari a euro 82.116 secondo un accordo già sottoscritto a Roma nei giorni scorsi tra i vertici delle due società (Michele Mario Elia, Amministratore delegato di RFI e Roberto Pesaresi, Presidente ed Amministratore delegato di Interporto Marche Spa. Un partner strategico quindi, che entra nel capitale sociale alla vigilia dell\'avvio dell\'attività intermodale prevista per la fine del prossimo anno con i lavori di armamento ferroviario– prima fase già avviati da oltre un mese.



“Siamo molto soddisfatti di questo accordo – ha detto il presidente Pesaresi – soprattutto perché, aldilà del valore dell\'investimento economico, avere tra i nostri soci una realtà tanto strategica come RFI è certamente ulteriormente accreditante per il nostro centro intermodale che, grazie all\'attività di tutti i soggetti coinvolti e le responsabilità assunte dal consiglio di amministrazione, raccoglie i frutti del rispetto del cronoprogramma e ci consente di intercettare l\'interesse di un partner di prestigio come appunto Rete Ferroviaria Italiana. Realizzare un centro intermodale dove l\'attività principale è lo scambio ferro-gomma ed avere RFI tra i soci è auspicabile ma per nulla scontato”.



“L’accordo consentirà anche di rafforzare i positivi rapporti in atto per gli aspetti tecnico-realizzativi connessi ai lavori di armamento di prima fase (in corso di esecuzione), di quelli di armamento di seconda – la stazione interporto – (in corso di progettazione esecutiva) e più in generale di quelli di realizzazione dello scalo smistamento da parte della stessa RFI nelle adiacenze dell’interporto nell’ambito del più generale progetto del by-pass di Falconara”.



La partecipazione azionaria si concretizzerà dopo il 30 giugno 2009, data che i soci attuali hanno deliberato come scadenza per comunicare la loro opzione/prelazione sull’aumento di capitale in considerazione che in questo arco di tempo i soci pubblici approveranno i loro bilanci nei quali dovranno essere previste le risorse necessarie. “ Qualora i soci attuali e soprattutto quelli pubblici, che hanno in più occasione ribadito la volontà del mantenimento di una solida maggioranza pubblica della società, dovessero sottoscrivere tutto l’aumento di capitale, proporrò al Consiglio di Amministrazione un nuovo aumento di capitale finalizzato alla concretizzazione dell’accordo raggiunto con RFI” – ha concluso Pesaresi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 dicembre 2008 - 1271 letture

In questo articolo si parla di attualità, interporto, jesi





logoEV