x

SEI IN > VIVERE JESI > CRONACA
comunicato stampa

Maxi lavoro per i carabinieri sul territorio: tre arresti e cinque denunce

1' di lettura
1677
di Riccardo Silvi
vivere.biz/riccardosilvi

carabinieri senigallia
Week end impegnativo per l\'arma dei carabinieri di Jesi che negli ultimi giorni ha effettuato un severo controllo di tutto il territorio della vallesina. Il bilancio è di tre arresti e due denunce.
Il fatto più grave è avvenuto a Montecarotto dove due donne nomadi sono riuscite a raggirare un anziano fingendosi commesse delle poste. L\'uomo, un ottantacinquenne che vive solo, è stato derubato di 3.600 euro dalle due malviventi. Una volta accortosi dell\'inganno l\'anziano ha subito avvertito i carabinieri fornendo anche una precisa descrizione delle due false dipendenti delle poste. In poche ore i militari dell\'arma hanno fermato due donne, di quaranta e quarantaquattro anni, residenti nel campo nomadi di Jesi. Per le due è scattata la proposta del foglio di via obbligatorio dal Comune di Montecarotto per anni tre.

Tre arresti sono stati invece effettuati fra Jesi, Monte San Vito e Chiaravalle. A Jesi e Monte San Vito due tunisini di ventisei e venticinque anni sono stati arrestati per non aver ottemperato al decreto di espulsione precedentemente emesso a loro nome, mentre a Charavalle un uomo di origine napoletana, residente nel maceratese è stato arrestato in quanto obbligato a scontare un anno e sette mesi di reclusione, per reati in materia di stupefacenti.

Infine sempre a Monte San Vito i Carabinieri della locale stazione hanno deferito all’A.G. per il reato di ricettazione un cubano residente a Jesi, uno jesino e un cittadino del Bangladesh residente a Falconara. I tre sono stati trovati in possesso di alcuni telefoni cellulari risultati rubati.


carabinieri senigallia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 09 dicembre 2008 - 1677 letture